Portasapone e dispenser da bagno

Quando si arreda un bagno, oltre agli elementi fondamentali dell’arredo, bisogna anche pensare a tutta una serie di accessorinecessari per rendere comodo e accogliente il bagno per tutti i membri della famiglia. Parliamo certamente di tessili, quali asciugamani, accappatoi e tappetini, magari da scegliere in colori che siano abbinati con le piastrelle, in modo da rendere l’ambiente piacevole e armonico. Non possono mancare, per esempio, anche un portasapone e un dispenser da bagno, da porre sul lavandino accanto al porta spazzolino, ma anche sul bordo della vasca, oppure in un pratico cestinoda fissare nella cabina doccia. Insomma, basta pensare alle proprie abitudini e ai propri gusti, e scegliere oggetti capaci di soddisfare le necessità quotidiane.

Caratteristiche dei portasapone e dei dispenser da bagno

I portasapone e i dispenser da bagno possono essere acquistati singolarmente, magari di diversi colori, secondo la propria fantasia, ma spesso vengono venduti in abbinamento a un terzo elemento, il porta spazzolino. Quando si affronta l’acquisto di questi semplici oggetti, bisogna pensare che vengono utilizzati tutti i giorni e vengono a contatto con l’acqua e con il calcare. Si può optare per prodotti in plastica, in acciaio, in ceramica ed esistono in commercio moltissimi modelli sia a tinta unita che con disegni vari. Chi ama la tecnologia, o chi ha la necessità di seguire delle regole sanitarie ben precise, magari per i servizi di un locale pubblico, può acquistare dei particolari dispenser di sapone liquido dotati di un sensore speciale a infrarossi, che erogano il contenuto anche se non c’è contatto diretto tra l’oggetto e le mani di chi lo sta utilizzando.

Quanto costano i portasapone e i dispenser da bagno?

I prezzi di questi prodotti sono veramente molto diversi, in base al materiale, alla qualità e alla tipologia. Portasapone e dispenser semplici, magari in plastica, senza particolari pretese, partono da una cifra di circa 1 € al pezzo. Chi ama cambiare frequentemente questi set di accessori, ma non vuole spendere troppo può optare per i modelli molto economici e magari cambiarli spesso, una volta che sopraggiungono segni eccessivi di usura. Chi ha bisogno di un oggetto da collocare in un’attività pubblica, deve sapere che per gli erogatori automatici professionali, con un litro di capacità, si può arrivare a spendere anche 1.000 € circa. Per risparmiare bisogna considerare l’idea di comprare dispenser di seconda mano, magari di un locale che ha chiuso e mette in vendita tutti gli arredi.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda