Piumoni per il letto: per stare caldi durante le lunghe notti invernali

La bella stagione è ormai giunta al termine e l’autunno è alle porte. Come tutti gli anni, i primi temporali fanno la loro comparsa e le temperature scendono di qualche grado: si attende l’arrivo della stagione fredda, il miglior periodo per godersi lunghe serate davanti alla TV, coccolati dal tepore di casa. In inverno, le temperature possono abbassarsi anche di parecchi gradi durante la notte, per questo è bene coprirsi come si deve. L’acquisto di un buon piumone per il letto può fare la differenza e permettere al nostro corpo di riposare a una temperatura ideale. Brand come Bassetti, Badenia o Disney per i più piccoli, propongono una vasta scelta di piumoni, sia per letti singoli che matrimoniali, i cui prezzi variano in base al materiale, alla qualità e alle dimensioni (da poco meno di 30 € a oltre 500 €).

Quali sono le tipologie di piumoni per il letto e come scegliere quello adatto alle proprie esigenze

Il classico piumone matrimoniale è imbottito in piume d’oca. Tali imbottiture provengono da animali allevati appositamente per lo scopo e rappresentano la soluzione ideale per chi vive in ambienti molto freddi. Le piume d’oca, infatti, hanno la caratteristica di assorbire l’umidità prodotta dal corpo e di riuscire a mantenere una temperatura costante, anche se la temperatura esterna si abbassa di un paio di gradi.

Oggigiorno, tuttavia, esistono valide alternative alle piume, come la lana o il cashmere. Questi piumoni sono più leggeri rispetto alle loro controparti in piume, ma garantiscono un calore eccezionale e un’ottima traspirazione. Purtroppo però, nel caso di allergia all’acaro della polvere, la scelta dovrà ricadere necessariamente su qualcos’altro, poiché gli acari tendono ad annidarsi tra le fibre della lana, che possono risultare particolarmente fastidiose per chi soffre di tale allergia.

Esistono anche dei piumoni sintetici, le cui imbottiture sono realizzate con materiali parzialmente o totalmente artificiali (come il poliestere), che rappresentano un’alternativa più ecologica rispetto alle piume. Tali piumoni, pur non raggiungendo il calore fornito dal piumino d’oca, forniscono una buona protezione dal freddo e rappresentano una valida alternativa nel caso in cui il proprio corpo non tolleri le piume. Il materiale sintetico viene inoltre utilizzato per realizzare imbottiture “miste”, ovvero composte in parte da piume e in parte da fibra sintetica, e la stragrande maggioranza dei piumoni oggi in commercio presenta tale tipo di imbottitura.

Nel caso in cui non ci si debba difendere da un freddo troppo intenso, è possibile scegliere dei piumoni più leggeri, la cui imbottitura è realizzata in cotone ed è l’ideale per i periodi primaverili o autunnali.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda