Come scegliere il piumino per bambini

Per riscaldare le notti invernali dei propri bambini il mercato offre due possibilità. La prima è rappresentata dal lenzuolo con l’aggiunta di un numero variabile di coperte di lana, la seconda dal piumino. Quest’ultima opzione si rivela più pratica per diverse ragioni. Il piumino è più leggero e caldo dei classici plaid in lana; rifare il letto risulterà molto più semplice e questo fatto può aiutare i bambini a imparare a sistemarlo da soli al mattino, suscitando in loro un sentimento di autonomia e indipendenza. Inoltre, il piumino rappresenta una scelta più igienica: chiuso in un apposito copripiumino, non si riempie di polvere e può essere lavato a fine stagione; mentre le coperte di lana, se non vengono messe ad arieggiare periodicamente, possono trasformarsi in un ricettacolo di acari e batteri.

Il piumino può avere imbottitura sintetica oppure in piuma d’oca. La prima trattiene meno il calore del corpo, ma può essere lavata in lavatrice senza perdere le proprietà termiche; la seconda è più calda e leggera ma andrebbe lavata esclusivamente a secco. A seconda delle piume usate si può distinguere tra piumoni bianchi e grigi. Quelli bianchi sono i più pregiati e contengono solo le piume provenienti dal collo dell’oca, i grigi invece hanno piume meno calde e voluminose che derivano dalle altre parti del corpo. Per quanto riguarda il materiale della trapunta, sarà bene scegliere un cotone traspirante, in modo che l’imbottitura sia ben arieggiata, evitando così la formazione di germi che potrebbero risultare dannosi per la salute del bambino.

Cullati dai personaggi famosi

Sono numerosi i genitori che ogni sera si trovano a dover insistere per mandare a letto i propri piccoli. Per rendere meno impegnativo questo compito, si trovano sul mercato cuscini e piumini per bambini raffiguranti gli eroi dei fumetti e dei cartoni animati. Dai classici della Guerre Stellari. Per le bambine cambiano i protagonisti ma non il fascino che questi esercitano: