Ogni pesca vuole il suo piombo

Tutte le tecniche di pesca prevedono l’utilizzo del piombo, perché permette di ancorare l’innesco, di raggiungere zone lontane e di determinare lo strato d’acqua in cui posizionarsi. Esistono piombi da pesca di diversi pesi e forme. Queste due caratteristiche, insieme al tipo di acqua in cui si pesca e al tipo di pesce che si vuole pescare, determinano la scelta del prodotto. Chi è un onnivoro della pesca e si cimenta in più tipi di acque, può attrezzarsi con un kit che contiene un assortimento di piombi di vario tipo. I pescatori alle prime armi possono scegliere di comprare una confezione che contiene numerosi piombi da pesca, perché può essere necessario avere una buona scorta. In base alla quantità acquistata, i prezzi vanno da 0,99 € a 365 €.

I tipi di piombo

Vediamo in dettaglio come scegliere il piombo necessario alla nostra attività. I pallini (piombi a sfera) sono quelli più diffusi e sono indicati per la pesca con galleggiante, in torrente, delle trote. Sono preferibili quelli teneri a quelli duri. La pesca con la tecnica del surfcasting, cioè in onda con mare mosso o fermo, prevede l’utilizzo di diversi tipi di piombo in base alle condizioni meteorologiche (stabilità del mare, assenza o presenza di vento, profondità dell’acqua) e alle caratteristiche del pesce da catturare. Un buon piombo per il surfcasting permette lunghe gittate anche con il vento, si ancora bene al fondale marino nonostante le correnti, ma nello stesso tempo è abbastanza leggero per un recupero veloce della lenza in caso di cattura. La sua forma è simile a un proiettile, con le alette, oppure è a goccia. Oltre alla forma, può rivelarsi determinante, nel surfcasting, anche il colore dei piombi. Ad esempio, per attirare i pesci “apatici” si scelgono piombi fluorescenti.

Il piombo a pera, è forse il prodotto più trasversale, adatto sia per acqua dolce che salata. Il piombo a forma di piramide si usa nella pesca a lancio su fondali sabbiosi; in caso di acque mosse impedisce il rotolamento delle esche.

Il galileo è considerato da molti produttori e intenditori il miglior piombo da pesca per il surfcasting, per le lunghe distanze che riesce a raggiungere e per la sua capacità di sollevamento in fase di recupero.

Per la pesca in mare aperto è utile attrezzarsi anche di pinze che permettono un facile recupero dei piombi da pesca, il che è importante anche per il fattore ecologico, in quanto si tratta di materiale altamente inquinante.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda