Le pinze: origini e uso

Le pinze sono uno strumento che tutti adoperiamo quasi quotidianamente per agevolarci sia nei piccoli problemi domestici che in lavori più complessi e precisi. Le sue origini risalgono a circa il secondo millennio a. C., quando l’uomo ha iniziato a lavorare il ferro. Grazie a questo strumento divenne possibile afferrare il ferro incandescente e tenerlo fermo durante la formatura sull’incudine. Da allora ad oggi la forma delle comuni pinze da forgia è rimasta pressoché tale fino ai giorni nostri.

Come quasi tutti gli utensili manuali, le pinze hanno l'obiettivo di aumentare l'efficacia della mano nelle operazioni che si compiono, semplificando il lavoro in luoghi di difficile accesso, come l’assemblaggio di componenti elettrici, o per usi nel campo dell’elettronica e della meccanica fine. Esse vengono anche impiegate per permetterci di lavorare in condizioni dove le mani non possono essere utilizzate, come per la lavorazione del ferro. Le pinze hanno lo scopo di incrementare la forza grazie al principio della leva bilaterale che permette di trasformare una forza limitata in una forza maggiore che si genera nelle pinze.

Esistono tantissime tipologie di pinze ed il numero crebbe con la diffusione dell’artigianato e, più tardi, si diffuse all'interno dell’industria. Attualmente esistono circa 100 diversi tipi comuni di pinze e il numero delle versioni speciali per usi altamente specifici è in continua crescita.

La diffusione delle pinze crebbe anche nel loro uso casalingo con la nascita del fai da te o più conosciuto con il termine francese bricolage. Questo non è altro che il lavoro manuale, fatto in casa propria, senza ricorrere ad un operaio specializzato, soprattutto come passatempo e per hobby. Le pinze vengono sempre accompagnate da un set di utensili manuali per il bricolage e fai da te. In quasi tutte le case sono presenti cacciaviti, martelli e mazzuoli, chiavi e brugole per il bricolage e fai da te, che sono utilissimi per le piccole riparazioni casalinghe. A seconda del lavoro che si sta facendo, possono essere utili anche le morse, morsetti e strettoi per il bricolage e fai da te, o seghe e trafori manuali per il bricolage e fai da te, qualora si debbano praticare dei fori.

Come scegliere una pinza

Esistono tantissime pinze, quasi una per ogni lavoro che si deve svolgere. Per poter scegliere la pinza più adatta al proprio lavoro, bisogna avere bene in mente quello che si deve fare e quali risultati si vogliono ottenere. Le pinze si differenziano tra loro anche per il materiale con cui sono fatte e a seconda delle prestazioni per cui sono richieste. I costi possono partire dai 0,99 € fino ad arrivare ad oltre 4.000 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda