Penna e calamaio

Il collezionismo di penne può essere una vera passione o addirittura un investimento.Tra i vari articoli da collezione, questi oggetti, carichi di storia e di inchiostro vissuto, hanno un fascino particolare e non perdono valore nel tempo.Vi sono tre tipologie di penne da collezione. Le penne a pennino, che per scrivere devono essere “inzuppate” nell’inchiostro contenuto nel calamaio; le penne stilografiche, con la riserva di inchiostro al loro interno; le penne a sfera, che hanno una piccola pallina per filtrare l’inchiostro durante lo scorrimento sulla carta.

La stilografica: regina indiscussa

In tempi recenti, la stilografica è tornata di moda. È considerata la “la regina” delle penne, per la fluidità di scorrimento e la perizia richiesta nel calibrare il tratto. Molti la ritengono una vera e propria “maestra” per imparare a scrivere in bella calligrafia, tanto che talvolta ai ragazzi viene richiesta a scuola.Tra le penne da regalare, una stilografica è intramontabile, specialmente se di marca blasonata come Montblanc o Cartier.Il mercato delle stilografiche da collezione è molto vivace e tra i collezionisti queste penne sono sicuramente quelle più apprezzate.

Altre penne

Le penne a sfera da collezione sono una valida alternativa alla stilo.Probabilmente hanno meno fascino e forse anche meno retaggio storico, poiché la sfera è una invenzione relativamente recente. Dunque gli appassionati avranno un arco temporale minore a disposizione per la caccia dei tesori del passato.Situazione opposta, invece, per le penne a pennino, che proiettano indietro nel tempo per loro stessa natura, sebbene sia ancora possibile trovarne di nuove (da regalare esclusivamente agli appassionati).
Vintage o moderne?Si tratta di una domanda che i nuovi collezionisti si pongono spesso. La risposta non può essere univoca, poiché, di fatto, la scelta dipende dai gusti personali.Infatti si trovano penne di buona o cattiva qualità sia nell’antiquariato sia nel contemporaneo. E i modelli possono piacere o meno, in base all’estetica e ai colori, alle decorazioni, alla presenza o meno di pietre o metalli preziosi, alle edizioni limitate, alla loro particolarità (per esempio le penne Coca-Cola).

Prezzi

In cartoleria oppure online una penna stilografica costa anche meno di 10 €, ma non è certo da collezione.Quelle di marca (Montblanc, Cartier ecc.) costano in base al modello scelto e al pregio dell’oggetto.Una penna di classe non ha un prezzo inferiore ai 200 €;  quelle di lusso, o con pennino in oro, possono costare anche 800 €/1000 €. Per fare un regalo comunque gradito, per le  penne da uomo è possibile spendere meno, orientandosi su marche non di lusso e materiali meno preziosi. Per i collezionisti e gli appassionati, spesso il mercato dell’usato può riservare molte sorprese e tesori nascosti.