Pelapatate e sbucciaverdure: due comodi attrezzi per la cucina

Chi lavora ai fornelli, o chi è semplicemente un appassionato di cucina, sa che esistono innumerevoli attrezzi e piccoli strumenti per cucinare. Questi sono molto utili per semplificare la preparazione dei cibi e ottenere buoni risultati in poco tempo. Pelapatate e sbucciaverdure rientrano sicuramente in questa categoria.

Grazie ad essi è possibile eseguire operazioni che altrimenti, tramite l’utilizzo di un classico coltello da cucina, richiederebbero molto più tempo. Ad esempio, è possibile eliminare la buccia delle patate senza sprecare nulla della parte commestibile, eliminare il torsolo da frutti e ortaggi, tagliare alla julienne vari tipi di verdure e snocciolare olive e altri ortaggi. Inoltre, pelapatate e sbucciaverdure offrono la possibilità di dare sfogo alla fantasia e di portare la propria creatività a tavola.

Generalmente, questo tipo di utensili viene venduto dai produttori di stoviglie e accessori per la cucina, come ad esempio Fackelmann, Kitchen Craft e Westmark.

I prezzi dei pelapatate e degli sbucciaverdure variano a seconda della qualità dell’utensile e, nel caso di strumenti multifunzione, il prezzo può aumentare di alcune decine di euro. Molti di questi attrezzi possono essere acquistati anche a partire da 1 €, come ad esempio gli strumenti per estrarre il picciolo da fragole e piccoli frutti, pelapatate in plastica e piccole affettatrici per zucchine e carote. Chi è disposto a spendere di più può trovare diversi strumenti professionali, come ad esempio pelapatate e pelacarote che sbucciano fino a 25 kg di patate alla volta, dal costo di oltre 2.000 €.

Sono disponibili anche diversi pelapatate e sbucciaverdure usati, con prezzi che vanno da 1 € fino a circa 100 € per gli strumenti più sofisticati.

Pelapatate e sbucciaverdure, come utilizzarli e quali acquistare

Come abbiamo accennato, questa tipologia di strumenti da cucina permette di effettuare diverse operazioni con diversi tipi di alimenti.

Il classico pelapatate serve proprio a rimuovere la buccia delle patate, facendo sì che venga rimossa solamente una sezione molto sottile dell’alimento, evitando quindi di eliminare la parte commestibile insieme alla buccia.

Gli sbucciaverdure sono invece degli strumenti più generici, solitamente costituiti da una taglierina in acciaio montata su di un’impugnatura di plastica o legno. Questo tipo di utensili consente di sbucciare agevolmente diversi ortaggi, come ad esempio carote, zucchine, melanzane, pomodori da insalata e diversi tipi di frutta, tra cui mele e pere.

Un utensile meno utilizzato ma altrettanto utile è il levatorsoli, che consente di effettuare diverse operazioni piuttosto complicate, come l’eliminazione della parte centrale dell’ananas o l’estrazione del torsolo da una mela.

Infine, anche lo snocciolatore può tornare utile per chi vuole eliminare il nocciolo da olive o piccoli frutti.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda