Il fascino indiscreto della batteria

Il batterista è la figura che nessuno vorrebbe come vicino di casa; fondamentale per dettare la linea ritmica nei vari generi musicali, la batteria è rumorosa e raramente apprezzata come strumento solista. Il fascino che esercita su molti giovani è indiscusso, apparentemente semplice da suonare, richiede invece grande dedizione, un senso del ritmo e una coordinazione non comuni. Osservare i grandi batteristi destreggiarsi a ritmi forsennati tra piatti, tom e rullanti suscita in molti appassionati un senso di ammirazione e un pizzico di invidia. Tra i numerosi elementi che compongono la batteria, i pedali sono probabilmente quelli che si notano meno; eppure rivestono un ruolo fondamentale per dare un timbro particolare al suono della grancassa, che è quella che fornisce il ritmo a tutto l’insieme.

Come scegliere i pedali per batterie e strumenti a percussione

Il pedale è composto da quattro elementi: una piastra, una molla, un sistema di trasmissione e un battente. Vediamo nel dettaglio la struttura e la funzione di queste componenti. La caratteristica che distingue una buona piastra è la stabilità: nonostante le continue sollecitazioni cui il movimento del piede la sottopone, questa non deve assolutamente muoversi. Alcuni modelli sono dotati di cuscinetti a sfera per limitare l’attrito che si crea nella giuntura che unisce la parte mobile con il poggiatacco. Ciò consente un movimento fluido al pedale e un’azione più decisa sul battente. La molla ha il compito di tirare indietro il battente e di fornire una resistenza all’azione del piede. A seconda della tensione varia la risposta del pedale, pertanto ogni batterista la regola a proprio piacimento in base allo stile. La trasmissione del movimento tra la piastra e il battente è generalmente affidata a una catena, due nei modelli professionali.

L’importanza del battente

Il battente, essendo la parte che entra in contatto con la superficie della grancassa, è l’elemento che caratterizza il timbro. A seconda dei materiali di cui è rivestito si distingue in morbido, medio o duro. Quelli del primo tipo, di feltro, vengono utilizzati nel jazz e nel blues, mentre quelli in plastica o in legno, dal suono più duro e secco, trovano impiego nella musica rock. In commercio si trovano anche dei battenti “multi-faced”, dotati di più superfici in materiali diversi, consentono di variare il timbro con un semplice gesto; presentano però l’inconveniente di essere piuttosto pesanti. I prezzi di un pedale per batteria variano dai 50 € ai 1.200 € per un modello doppio.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda