Il Parka: un giubbotto caldo originario dal nord

Il parka è una tipologia di giubbotto, originario della popolazione Inuit, impermeabile e solitamente imbottito di una pelliccia abbottonabile fino al collo. In alcuni modelli, anche il cappuccio è bordato con della pelliccia, oggi sintetica. Le sue origini sono confuse, anche se è sempre stato utilizzato dalle popolazioni nordiche e si pensa che sia originario dell’epoca preistorica, dove non esistevano metodi per la lavorazione delle pelli come quelli attuali e che fosse composto da più strati di pelli di animali. Negli anni ‘50, è stato utilizzato dalle forze armate statunitensi, prima, e dai Mod britannici, nel decennio successivo, quasi come se fosse una divisa. È stato indossato dai punk ed è stato anche un simbolo della scena grunge. Alla fine degli anni ‘90 è stato reinventato da numerosi stilisti che lo hanno rivisitato seguendo i gusti dell’epoca sfruttando forme sempre più nuove. Lo si trova anche confuso con altri due tipologie di giubbotto che provengono anch’essi dalla zona nord della terra: l’anorak e l’eskimo.

Il parka: adatto sia ad uno stile hipster ma anche a uno borghese

Le temperature rigide del nord del mondo sono sicuramente l’ambiente ideale dove poter indossare un cappotto o una giacca parka. Ma anche nelle zone più miti, come l’Italia, è possibile indossarlo soprattutto se sotto si indossano dei maglioncini o dei cardiganleggeri. Si può indossare con un abbigliamento informale, camicia casual, ma anche con completi e abiti sartoriali, esaltando lo stile, ma anche il portamento essendo una via di mezzo tra lo stile hypster e quello borghese senza eccedere in quello più elegante. Le varianti dei parka, sia cappotti e giacche, sono tantissime e passano dalle linee classiche a quelle più mondane senza dimenticare quelle eccentriche.

Il parka un abbigliamento versatile

Il parka è un capo d’abbigliamento versatile che è stato utilizzato anche con abbigliamento sportivoper gare in situazioni di estremo freddo. Ma esistono anche giubbotti parka adatti a temperature rigide, sotto lo zero, per coloro che lavoravano nelle celle frigorifere come per il trattamento delle carni o di altre tipologie di prodotti. Indipendentemente dove si utilizza il parka, completano l’abbigliamento le anche le calze e i calziniabbinati sia allo stile indossato. Esistono diversi modelli di parka con una lunghezza variabile da metà coscia fino al ginocchio.

I prezzi partono da circa 1 € per un giubbotto di seconda mano fino ad arrivare a circa 3.000 € per un giubbotto parka da donna.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda