Orologi da polso Swatch

«Cosa resterà di questi anni 80?» si chiedeva Raf in una celebre canzone composta sul finire di quel decennio. Oggi, a trent´anni di distanza, si può senz´altro dire che, tra le altre cose, sono rimasti gli orologi dallo stile casual che, fedeli al loro aspetto ironico, si sono fatti beffe dell´inesorabile scorrere del tempo.

In quel periodo la celebre industria dell´orologeria svizzera attraversava una fase di crisi profonda, iniziata negli anni 70, a causa dell´agguerrita concorrenza giapponese, che per prima aveva introdotto sul mercato gli orologi digitali al quarzo. La crisi finì nella prima metà degli anni 80 grazie a un signore venuto dal Libano, tale Nicolas George Hayek, e al suo colpo di genio. La soluzione stava in un nome semplice che tutto il mondo tuttora conosce: Swatch.

Un successo mondiale

Due sono stati i fattori che hanno contribuito al successo del marchio. L´automazione dei processi di fabbricazione, che ha avuto il merito di abbattere i costi e di consentire una produzione seriale, e la riduzione delle componenti. Si pensi che un orologio tradizionale è di norma composto da un centinaio di pezzi, mentre nello Swatch ve ne sono solo cinquanta. Design innovativo, precisione svizzera e un prezzo a dir poco competitivo, hanno fatto il resto.

I primi Swatch apparvero sul mercato il primo marzo del 1983, si trattava di dodici modelli che sconvolsero non solo il mondo dell´orologeria, ma anche quello della moda. Interamente costruiti in plastica, impermeabili all´acqua, con i coloratissimi cinturini intercambiabili, questi orologi ebbero un successo immediato. Nei primi tre anni ne furono venduti 20 milioni di esemplari.

Una scelta vastissima

Inizialmente, per quanto riguarda l´Italia, il prezzo degli orologi Swatch era di 50.000 lire, un costo abbordabile per un prodotto che comunque rappresentava un marchio svizzero. Successivamente vennero introdotte nuove linee più sofisticate e anche i prezzi iniziarono a differenziarsi. Un´altra trovata che contribuì al successo mondiale di questi orologi, fu quella di aprire i celebri negozi monomarca in tutte le grandi città del pianeta.

Attualmente gli orologi Swatch in catalogo sono suddivisi in almeno otto collezioni dedicate all´uomo e alla donna. La linea Skin Irony propone, ad esempio, dei modelli ultrapiatti dotati di un´eleganza casual, mentre alla collezione Sistem51 Irony appartengono gli esemplari in acciaio che si contraddistinguono per il funzionamento automatico e il design raffinato. Il prezzo di uno Swatch varia dai 31 € ai 210 €.

Swatch per bambini e per collezionisti

In commercio si trovano anche orologi Swatch per bambini. Coloratissimi, caratterizzati da bellissimi disegni e fantasie, sono resistenti agli urti, impermeabili e di facile lettura, per aiutare i più piccoli a imparare a decifrare l´ora.

Un mercato a parte è quello del collezionismo; alcuni modelli sono infatti stati prodotti in un numero ridottissimo di esemplari. Nonostante abbiano oggi delle quotazioni vertiginose, la caccia al pezzo raro è sempre aperta. Il valore di un modello Kiki Picasso si aggira intorno ai 20.800 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda