Motocicletta: il sistema di distribuzione

La motocicletta si muove sfruttando l’energia di spinta fornita dal motore.

Nel motore a scoppio, attraverso la combustione della benzina, i pistoni della moto sono spinti all’interno dei cilindri con movimento lineare (rettilineo), che viene poi trasmesso all’albero motore e trasformato in moto rotatorio attraverso il movimento torcente applicato dalle bielle per moto.

Il sistema di distribuzione della moto è formato dal gruppo di elementi meccanici e di sistemi che controllano e sincronizzano la combustione e il movimento dei pistoni, e fanno sì che la combustione e il movimento che essa genera siano convertiti in energia cinetica per spingere la motocicletta.

Il sistema è complesso ed è composto da molti organi di distribuzione per moto. L’impianto infatti controlla l’aspirazione e lo scarico del combustibile nonché la distribuzione di energia, cioè la trasmissione e trasformazione del movimento dai cilindri al motore. Fanno anche parte di questo insieme anche i bilancieri, tutta la punteria e le valvole per moto (ove presenti).

Dal motore alle ruote: la trasmissione

Dall’albero motore il movimento deve essere trasferito alle ruote. Il trasferimento di questa energia cinetica avviene grazie a meccanismi di isolamento e di adattamento (frizione e cambio), che sono agganciati a cinghie o catene per moto, grazie alle quali l’energia prodotta dallo scoppio arriva a fare effettivamente muovere le ruote.

Problemi di distribuzione

Se quando si accende la moto si avvertono degli strani rumori, ticchettii, sbuffi e piccoli tonfi, forse c’è un problema alla catena o alla cinghia di distribuzione.

Effettuare la sostituzione in modalità “fai da te” è possibile ma abbastanza complicato.

L’operazione richiede molta perizia e dimestichezza con attrezzi e utensili, moltissima manualità e una conoscenza almeno di base dei manuali da officina. Inoltre occorrono gli attrezzi giusti per evitare di dover interrompere il lavoro a metà per la mancanza di un cacciavite.

Online si trovano molti video che illustrano come fare, ma il tempo necessario non è poco e la sostituzione presuppone di arrivare al “cuore” della moto e dunque la cautela è d’obbligo.

La catena di distribuzione nuova si può acquistare facilmente online. Fare molta attenzione al modello e alla lunghezza, poiché la sostituzione deve avvenire con una catena o cinghia identica a quella vecchia.

Quindi, in caso di dubbi in fase di acquisto, è bene chiedere chiarimenti al venditore, poiché la spesa da affrontare per comprare una cinghia/catena di distribuzione va dai 60 € ai 150 € e oltre (manodopera esclusa ovviamente) e le misure devono essere proprio perfette.

In linea generale, vanno cercati prodotti della stessa marca della moto, per evitare acquisti non compatibili.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda