Gli oggetti da collezione per fumatori: dai fiammiferi alla borsetta portasigari

Fumare non è solamente un vizio o un piacere. Come tutte le grandi passioni, può essere per molti l’opportunità di crearsi una collezione privata, o l’occasione di personalizzare il proprio look circondandosi di accessori raffinati che richiamano certi stili del passato tuttora considerati glamour.

Tra gli articoli vintage più ricercati attualmente troviamo le pipe, che un vero collezionista dovrebbe possedere in diverse varianti (in radica, in terracotta, di pannocchia, e via di seguito), seguite dagli accendini (tra cui si deve ricordare il celebre zippo a benzina) e dai sigari di qualità con relativi accessori, per arrivare ai fiammiferi, alle sigarette e infine alle apposite valigette o borsette portasigari o portasigarette.

Ben rappresentato il mercato dell’usato, data la tipologia di articoli da collezione di questa categoria. I prezzi variano ovviamente in base a molti parametri, tra cui il tipo di articolo, il suo stato di conservazione e l’età.

Quando si può parlare di un articolo da fumatore vintage?

Quando possiamo definire un oggetto come la pipa o il portasigarette antico? O di particolare pregio? Innanzitutto, è bene partire dall’età: gli articoli per fumatori sono considerati vintage (a parte i sigari) se fabbricati prima del 2000.

Bisogna poi considerare che il tabacco è stato introdotto in Europa intorno al 1560 e che all’inizio era consumato sotto forma di sigaro o di tabacco da fiuto. La sigaretta (e i relativi accendini) arrivarono molto più tardi, quando nell’Ottocento vennero inventate le prime macchine.

I fiammiferi(con le relative scatole) sono un’invenzione del 1827, anche se la prima fabbrica italiana degna di nota risale agli inizi del Novecento (la Saffa) e le scatole con la pubblicità sovraimpressa (di particolare pregio estetico) risalgono al dopoguerra.

Tra gli altri oggetti che rientrano nella categoria, non vanno dimenticati il narghilè, che a volte sono veri e propri pezzi da museo, e le sigarette elettroniche.

I prezzi

Come per tutto l’antiquariato, i prezzi variano molto in base ad almeno tre fattori. Oltre all’età e allo stato di conservazione, bisogna guardare infatti ai materiali, alla fattura (industriale o artigianale) e alla presenza di decorazioni, immagini o altri elementi che rafforzano il valore estetico dell’articolo considerato.

Per dare un'idea, i prezzi di una pipa da collezione di un noto brand come Savinelli o Bang partono da almeno 400 € per arrivare oltre i 2.500 €. Gli accendini Zippo si collocano in una fascia tra i 17 € e i 100 € circa, mentre i fiammiferi risultano i più economici, andando da circa 2 € a poco più di 20 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda