Ne hai uno da vendere?

Fallo vedere a milioni di acquirenti
Nastri adesivi per la verniciatura di veicoli

Nastri adesivi: articoli fondamentali per una perfetta verniciatura dei veicoli

Acquistare articoli per la verniciatura di veicoli può rivelarsi piuttosto complicato per chi non è un professionista del settore.

Sul mercato sono presenti prodotti differenti, con specifiche tecniche ben precise e relative modalità di utilizzo.

I nastri adesivi vengono usati soprattutto per verniciare le auto da corsa, in quanto spesso vengono personalizzate per distinguersi chiaramente durante le gare. Tuttavia, restano comunque fondamentali per realizzare lavori di precisione anche su una comune utilitaria. Vengono principalmente utilizzati nella mascheratura, che rende poi la verniciatura molto più semplice. La tipologia più usata è quella con il lato coprente in carta crespa, conosciuto anche come “carta gommata”, ma esistono modelli più specifici, soprattutto quando si parla di operazioni molto delicate.

Come scegliere i nastri adesivi per la verniciatura di veicoli

Come abbiamo già accennato, esistono molti tipi di nastri adesivi. Questi articoli per la verniciatura di veicoli sono composti da lati coprenti e adesivi differenti, le misure possono variare da 1 mm a 75 mm e, com’è facile immaginare, anche i costi sono molto variabili (da 1 € per quelli adatti all’uso dilettantistico fino a oltre 400 € per i nastri adesivi per scopi professionali).

Prima di acquistare questi articoli è bene porsi delle domande: quanto tempo passerà prima di rimuovere il nastro? Quali sono le temperature? Qual è la potenza di mantenimento necessaria?

Per le verniciature ad alte temperature, ad esempio, è meglio preferire modelli di nastro con la parte adesiva in silicone, poiché si rimuove facilmente senza correre il rischio di rovinare la vernice già applicata.

Tra i marchi più affidabili c’è sicuramente 3M, che offre una linea di prodotti adatti praticamente a ogni esigenza.

Prima di verniciare una vettura, tuttavia, è importante anche munirsi di altri utensili e prodotti da garage. Prima di passare all’applicazione del nastro adesivo e del colore, occorre controllare che non ci siano parti arrugginite. Con una leevigatrice elettrica è possibile rimuovere le imperfezioni (vale la pena dare un’occhiata anche agli articoli usati e ricondizionati messi in vendita). Si può poi procedere all’applicazione di fondi e primer per carrozzeria, per concludere la mascheratura applicando i nastri adesivi. Per coprire porzioni di carrozzeria più grandi, invece, si possono usare i classici teli trasparenti per la copertura dell auto. Infine, non dimentichiamo la lucidatura, fase facoltativa che prevede l’impiego di una carta abrasiva sottile (grana 1500) e di una lucidatrice.









Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda