Cos’è un movimento centrale

Il movimento centrale è uno di quei ricambi per biciclette che non riceve troppe attenzioni, ma in realtà è a tutti gli effetti uno dei componenti più importanti di una bici, dal momento che è proprio lui a trasformare la forza impressa sui pedali nel movimento che permette al mezzo e a chi lo guida di raggiungere la destinazione desiderata.

Posizionato tra i pedali, dentro ad uno specifico alloggiamento, questo ricambio si è evoluto molto con il passare del tempo e la varietà di pezzi da acquistare e di strumenti da utilizzare per la manutenzione sono molto diversi a seconda della tipologia di bici che si possiede e dell’epoca in cui questa è stata prodotta.

L’evoluzione delle tipologie di movimenti centrali

Nei movimenti centrali vecchio stampo, installati su vecchie bici d’epoca e su moderne bici da passeggio economiche, il fissaggio delle pedivelle al perno del movimento viene effettuato attraverso delle zeppe inserite a pressione in apposite scanalature, e per questo motivo non è molto resistente alla forza esercitata dalla pedalata. Il movimento centrale a calotte regolabili veniva montato sulla maggior parte delle biciclette da corsa costruite fino alla fine degli anni ’80 e sulle prime mtb, mentre le moderne bici da corsa utilizzano un movimento centrale specifico, detto “a cartuccia”, molto più facile da installare, ma che non permette la sostituzione di un singolo componente in caso di rottura. L’unica manutenzione possibile è la sostituzione dell’intero pezzo, che non può essere riparato. Tra i movimenti centrali più evoluti di questo tipo troviamo quelli della Shimano: un movimento centrale Shimano per bici da corsa ha un prezzo che si aggira attorno ai 35 €.

Movimenti centrali moderni

I più diffusi sulle bici di nuova generazione sono i movimenti centrali integrati, anche detti ad asse passante. Questa soluzione, molto diversa dalle precedenti, può essere installata solo su telai appositamente predisposti, che hanno un diametro della scatola di alloggiamento del movimento più grande rispetto a quelli tradizionali. Tra i movimenti di questo tipo, si annovera il Truvativ della marca Sram: un movimento centrale nuovo di questo modello, fornito assieme alle relative calotte, ha un costo di circa 25 €. L’ultimo ritrovato nel campo del movimento centrale si chiama press-fit: questa tecnologia è ancora in pieno sviluppo, e per questo motivo ogni costruttore ha creato i propri standard: se si intende acquistare un modello di questa tipologia, è bene verificare prima che sia adatto alla propria bicicletta.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda