Il tappetino del mouse: nascita ed evoluzione

Il tappetino mouse è nato per uno scopo pratico: i vecchi mouse a sfera avevano bisogno di una superficie di attrito per funzionare, che spesso le scrivanie comuni non fornivano. Ecco che, per non sbatacchiare il mouse avanti e indietro per spostare il puntatore sullo schermo, oppure per non dover acquistare una nuova scrivania a prova di mouse,si ricorreva a questo stratagemma comodo ed economico. Poi c'è stato l'arrivo dei

L'ultimo ritrovato è il mouse laser, che non si appoggia alla tecnologia LED, e per questo offre un'illuminazione del piano sottostante molto più intensa e quindi una migliore sensibilità di movimento. In generale un mouse laser non teme alcuna superficie, e potrebbe essere utilizzato senza tappetino. Ma il tappetino, che nel frattempo è diventato anche un complemento di design, viene spesso utilizzato anche con questo mouse dagli utenti che ormai se ne sono affezionati.

Tappetini d’arredamento: speciali e personalizzati

Il tappetino per il mouse, conosciuto anche con il nome di mousepad, si è presto evoluto per diventare un complemento d’arredo: chi da ragazzo non ha sognato almeno una volta di possedere il tappetino con le grafiche della squadra del cuore, oppure quello con il ritratto autografato del proprio attore preferito?

Oggi sul mercato è possibile acquistare tappetini tappetini per gamers, tappetino per il mouse ergonomico: con un prezzo che si aggira attorno ai 5 €, è possibile acquistare un supporto appositamente studiato per sollevare il proprio polso che aiuterà ad evitare l’insorgenza del doloroso e fastidioso tunnel carpale. E se si è particolarmente attenti alla pulizia, lo strumento più adatto è un tappetino antimicrobico, che permetterà di mantenere il proprio posto di lavoro nella più assoluta pulizia.