Compra Usato

Moto: ricambi

Moto e motori: ricambi e componenti

Una buona manutenzione è un elemento imprescindibile per assicurare il corretto funzionamento di qualsiasi motocicletta, al fine di preservare l’efficienza di ogni parte meccanica ed elettronica. I componenti fondamentali di una moto possono essere distinti in tre grandi categorie: quelli appartenenti alla ciclistica, che non hanno un ruolo legato alla propulsione (telaio, freni, ruotee pedane), gli elementi che compongono il motore e tutto ciò che va a costituire le sovrastrutture come l’impianto elettrico e la carenatura. La manutenzione della moto deve essere rivolta a tutte le tipologie di componenti, anche se è consigliabile prestare un’attenzione maggiore allo stato di salute del motore: si tratta dell’assieme fondamentale per il corretto funzionamento del veicolo ed un eventuale guasto potrebbe compromettere definitivamente l’integrità della motocicletta.

Quali sono i componenti del motore?

Un elemento fondamentale per il funzionamento del motore è l’albero: si tratta di un componente che può avere forme differenti che determinano una diversa trasmissione del moto. Nel motore a quattro tempi, ad esempio, viene utilizzato l’albero a camme; in altre situazioni invece, si preferisce un albero a gomiti. Le bielle sono gli organi di collegamento tra l’albero a gomiti e i pistoniche, scorrendo all’interno dei cilindri, riescono a trasformare l’energia fornita dai gas di combustione in un movimento meccanico. La testata invece, che può essere realizzata in ghisa o in una lega di alluminio, ha la funzione di chiudere e schermare le camere di combustione. Altri elementi, come valvolee candele, devono essere controllati e sostituiti periodicamente, in quanto rivestono un ruolo fondamentale nell’assicurare il funzionamento in sicurezza del veicolo.

Manutenzione della motocicletta: quando intervenire

Purtroppo non è possibile sapere con esattezza quando e come si presenterà un guasto. I controlli periodici possono scongiurare questa eventualità, ma ci sono dei segnali precisi che ogni motociclista dovrebbe saper interpretare per valutare lo stato di salute del proprio veicolo. Se la moto perde liquidi bisogna smettere di utilizzarla immediatamente, per evitare di provocare un danno più grave legato al malfunzionamento dei filtri dell’olio. Se invece si riscontra un’effettiva perdita di potenza sarà necessario valutare lo stato di salute di alcuni componenti: potrebbe trattarsi di un problema legato al filtro dell’ariaoppure al tubo di scarico. Se invece si manifestano problematiche legate all’impianto elettrico del veicolo, la causa potrebbe risiedere nello stato di salute della batteria: si tratta di un componente che spesso passa inosservato ma che riveste un ruolo fondamentale per assicurare tutte le funzionalità accessorie della motocicletta.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda