Bicicletta: reggisella e morsetti

La bicicletta è un mezzo di trasporto agile, semplice da guidare, economico ed ecologico. La sua struttura è studiata per garantire efficienza e comodità e ogni singolo componente gioca un ruolo fondamentale nell’equilibrio generale. Materiali, dimensioni e fattura dei vari pezzi determinano, infatti, differenti prestazioni adeguate ai vari stili di guida e ai vari tipi di bicicletta.

Ciò che lega la sella al telaio è il reggisella, soggetto a notevoli sollecitazioni e per questo da sottoporre a una costante manutenzione. I reggisella si differenziano tra loro per dimensioni e materiali, nonché per tipologia di morsetti. Questi ultimi hanno la funzione di mantenere la sella in una posizione determinata in base all’escursione antero-posteriore e all’inclinazione adatta alla dinamica di pedalata e al peso del ciclista. Può assumere diverse forme, caratterizzando l’intero reggisella e determinando una differenza in termini di montaggio della sella e prestazioni finali.

Morsetti per reggisella

I morsetti per reggisella sono supporti, generalmente a forma di mezzaluna, che consentono un’adeguata inclinazione della sella. Il carrello della sella viene bloccato per mezzo di viti a due semigusci che, dopo aver stabilito la giusta inclinazione ed escursione, mantengono il tutto in posizione. I morsetti possono essere di diverso tipo in base alle tecnologie applicate costantemente dalle aziende produttrici e al design. Una prima distinzione da fare è la compatibilità dei vari morsetti con i diversi tipi di bicicletta, dalle mountain bike alle bici da corsa, dalle city bike alle BMX. Esistono anche morsetti universali, che si differenziano tra loro per materiale e dimensione, collegata, questa al diametro del reggisella.

Tipologie e prezzi

Oltre alla compatibilità, altre sono le variabili che distinguono un morsetto da un altro; in primis il materiale, dall’alluminio al carbonio all’acciaio (per i modelli più economici). La differenza di materiale si traduce anche in una diversa tecnica di costruzione: i morsetti in acciaio sono realizzati a stampaggio, mentre quelli in alluminio sono fabbricati per pressofusione o fresatura. Il morsetto può essere fissato al tubo per incollaggio, mentre i modelli in carbonio monoscocca sono integrati nel tubo. Infine, i morsetti più economici possono essere fissati al reggisella tramite una fascetta in acciaio. La configurazione del morsetto può essere coassiale al tubo o con arretramento, mentre il sistema di bloccaggio della sella può essere a vite unica o a due viti, in asse o perpendicolari alla sella. Un morsetto nuovo costa in media 5 €, ma non mancano modelli a prezzi decisamente più elevati; il mondo dell’usato offre soluzioni interessanti e la possibilità di scovare qualche pezzo antico per biciclette vintage.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda