Come scegliere il monitor adatto

Acquistare un monitor per pc va oltre alla scelta della grandezza dello schermo. Richiede attenta considerazione e consapevolezza dell’uso che ne andremo a fare, insieme a una piccola base di conoscenza informatica. Un monitor può rivelarsi una spesa consistente, ed è per questo che, innanzitutto, vale la pena quantificare lo spazio a disposizione per installarlo, calcolando eventuali stand, bracci e supporti per monitor. Bisogna inoltre valutare la risoluzione dello schermo, la tipologia e il numero di ingressi e, solo in ultimo, la struttura. Gli schermi attualmente in commercio sono di tipo LCD. Una volta identificato il display segue la scelta del pannello. In base al tipo di pannello abbiamo tre categorie di monitor: TN, IPS e VA. I monitor TN, a bassissimo tempo di risposta, sono ideali per i videogiochi e le immagini 3D. I monitor IPS, hanno tempi di risposta più alti in quanto hanno una risoluzione altissima, con angoli di visione molto elevati, e i monitor VA, più adatti per chi li usa per lavoro in quanto garantiscono un buon angolo di visione e un buon contrasto.

Caratteristiche essenziali

La scelta delle dimensioni del monitor dipende dalle proprie esigenze personali. In generale però, un monitor è efficace quando ha una buona risoluzione, cioè quando permette una buona visione delle immagini. I monitor possono essere Full HD, 2K o 4K. I monitor full HD sono ideali per il gaming e di solito hanno un display che va da 21” a 27”. I monitor 2K prediligono uno schermo da 27” in su e sono indicati per coloro che devono lavorare con foto e video. Infine, i monitor 4K o Ultra HD sono considerati la migliore scelta per chi ne deve fare un uso in vari ambiti e il display che si preferisce è di almeno 28”.

La scelta decisiva potrebbe essere dettata dal numero e dalla tipologia di porte presenti sul monitor stesso. Attualmente, la maggior parte di monitor dispongono di ingressi HDMI e DVI.

Affidarsi ai migliori marchi

Molti sono i marchi ai quali affidarsi per la scelta di un monitor, tra i tanti troviamo: BenQ, largamente usato tra i professionisti, considerata una tra le migliori firme al mondo per la produzione di monitor. HP, vanta fantastici design e un vantaggioso rapporto qualità prezzo, Samsung, incentrato sulla produzione di schermi curvi, offre una maggiore percezione della profondità e Dell, produttrice di schermi luminosi e colori naturali. È sempre consigliato scegliere ricambi e accessori, come ad esempio alimentatori per monitor, appartenenti al marchio iniziale che abbiamo scelto per compatibilità e prestazione.

In base a considerazioni tecniche e specifiche caratteristiche, i monitor possono essere acquistati a partire da 30 € fino a superare 200 €.