Monitor HP: un buon rapporto qualità-prezzo

La scelta di un monitor per pc non deve essere un’operazione veloce e banale, perché si tratta di garantire agli occhi il minor affaticamento possibile. In questo senso, il monitor va scelto in base all’uso che se ne farà e posizionato in modo adeguato medianti gli appositi supporti. Il brand HP è conosciuto soprattutto per i suoi computer e le sue stampanti, ma produce anche degli ottimi monitor per pc a prezzi accessibili. Per un monitor HP nuovo, i prezzi vanno da 30 € circa a oltre 200 €. Si possono trovare molte offerte anche nell’usato.

Come scegliere un monitor HP

Generalmente, i monitor HP si caratterizzano per un design ricercato e curato nei dettagli. Le dimensioni vanno da meno di 16" fino a 27.9". Nella scelta vanno considerate tre caratteristiche: il design, la connettività e il display. I monitor HP sottili, realizzati in metallo leggero e resistente, si distinguono per un design molto elegante e rientrano nel cosiddetto top di gamma. I display migliori sono quelli che posseggono un angolo di visione ultra ampio, grazie al quale è possibile guardare il monitor da qualsiasi angolazione, senza perdere nessun dettaglio dell’immagine a schermo interno. La loro risoluzione è di conseguenza alta, con una resa cromatica ottimale, immagini vivide, nitide e con poco riflesso. La connettività, vale a dire le possibilità che possiede un monitor HP di riprodurre contenuti in alta definizione o con risoluzioni elevate, è un altro fattore da considerare. Esistono tre tipi di connettività: VGA, HDMI con o senza supporto HDCP, e DVI, i cui differenti cavi sono sempre in dotazione con il monitor.

L’utilizzo che si farà di un monitor HP ne determinerà la scelta. Se si devono realizzare dei video, occorrerà molto spazio per gli strumenti di editing, per le anteprime e le timeline. In questo caso, il monitor dovrà essere antiriflesso e da almeno 27 pollici, con una risoluzione molto alta. Queste stesse caratteristiche valgono anche se si utilizza il monitor per la progettazione tecnica, il rendering e il 3D. Se invece lo si usa per il gioco, dovrebbe essere antiriflesso, con un basso tempo di risposta ma con una frequenza di aggiornamento elevata e una risoluzione full hd. Se siamo alla ricerca di un monitor multimediale, allora dovrà avere la webcam e altoparlanti integrati. Per coloro che lavorano nello sviluppo di software o con applicazioni su più finestre, il monitor dovrà essere da 29 pollici, con un rapporto d’aspetto di 21:9. Infine, un buon monitor per il computer di casa è quello antiriflesso da 22 pollici, con supporto regolabile sia orizzontalmente che verticalmente.