Monete italiane da collezione: il valore delle lire

Il collezionismo di monete è un hobby diffuso. È possibile acquistare monete antiche online, in negozi che si occupano della vendita di questi oggetti o in aste dedicate.I collezionisti sanno bene che il valore monete non si può stabilire prendendo in considerazione l’anno in cui sono state coniate. Tra i requisiti fondamentali da verificare per stabilire il valore delle monete figurano lo stato di conservazione e la richiesta sul mercato di quel determinato pezzo. A differenza di come si potrebbe pensare infatti, non è l’antichità a determinare il valore di una moneta. Le monete che si presentano danneggiate, con graffi e gravi segni di usura, vedranno il loro valore diminuire notevolmente, anche se sono rare. Inoltre, non è necessario risalire ad epoche molto antiche per trovare delle monete preziose. Al contrario, ci sono diverse monete italiane in lire già diventate dei pezzi da collezione. Per fare un esempio, alcune monete della Repubblica italiana in lire, come le cinque lire del 1956, le due lire del 1958, le cinquecento e le mille lire d’argento, seppure appartenenti ad un’epoca non troppo lontana, hanno acquisito già un certo valore. 

La storia della lira: la moneta italiana per eccellenza

L’Italia è una nazione relativamente giovane, se si pensa che l’unificazione è avvenuta nel 1861. Dopo questa data si sono succeduti diversi re, fino al 1946, anno in cui gli italiani votarono per la repubblica al referendum. In questa occasione gli italiani furono portati a scegliere tra monarchia e repubblica, optando appunto per la seconda.Per questo motivo sono esistite diverse tipologie di monete italiane in lire. È dunque possibile suddividere le lire italiane a seconda dei periodi in cui furono coniate.Il primo è quello immediatamente successivo all’unificazione. I collezionisti che vanno alla ricerca di monete di quel periodo potranno ricercare monete del Regno d’Italia in lire dal 1861 al 1878. Proseguendo cronologicamente si passa alle monete del regno d’Italia in lire dal 1879 al 1900, anni in cui regnò Umberto I. Le monete degli anni che vanno dal 1901 al 1945  sono invece quelle coniate sotto il regno di Vittorio Emanuele II. Successivamente fu istituita la Repubblica, di conseguenza entrarono in circolo le monete della Repubblica italiana, che possono essere suddivise in: monete della Repubblica italiana in lire dal 1946 al 1960 e dal 1961 al 2001. In seguito l’Italia adottò l’utilizzo della moneta unica europea, l’euro.I prezzi delle monete italiane in lire variano e vanno da 1 € a più di 18.000 €.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda