Monete europee prima dell’euro

L’introduzione dell’euro nel 2002 ha sancito il decadimento dell’uso di molte monete europee nazionali. Ciò che c’era prima dell’utilizzo dell’euro è diventato ormai un capitolo del collezionismo numismatico. Le monete europee pre euro sono solitamente divise per nazione, ma anche per epoca. Tra esse troviamo dunque tutte le monete utilizzate fino all’avvento dell’euro. Essendo monete non più in circolazione, il loro valore è solitamente superiore rispetto a quello che un tempo avevano. Il costo di monete e banconote da collezione di questo tipo può variare molto soprattutto tenendo conto della loro epoca. Per le monete europee pre euro la fascia di prezzo va da 1 € finanche ai 4.000 €. Più una moneta è rara tra i collezionisti, più il suo valore è elevato.

Monete austriache e tedesche pre euro

Osservare le monete usate prima dell’euro in ogni nazione è come fare un excursus su tutta la storia dell’Europa moderna e contemporanea. Per esempio, con le monete austriache pre euro si affaccia il periodo del grande impero austro-ungarico. Sul tallero d’argento austriaco si trova il profilo dell’imperatrice Maria Teresa d’Asburgo che regnò nel XVIII secolo. Se si sposta invece l’attenzione sulla nazione tedesca, si trova il marco in diversi tagli, sia in moneta che in forma di banconota.

Monete inglesi e francesi pre euro

In Gran Bretagna l’euro non è mai stato introdotto e si è sempre usata la sterlina. Le monete inglesi d’epoca da un penny possono essere ora di collezione e valere molto di più del loro valore originale. In Francia, prima dell’euro, venivano usati i franchi. Tra le monete francesi pre euro se ne possono trovare di diverse epoche storiche, ma sempre con il nome di franchi. Ci sono inoltre le monete provenienti dalle colonie francesi nel mondo.

Monete russe e greche pre euro

Dalla grande Russia provengono rubli e copeche. Molte monete russe da collezione sono d’argento. Prima dell’avvento dell’euro, le monete greche erano invece chiamate dracme e lepta, corrispondenti ai centesimi in lingua greca.

Monete Sammarinesi, vaticane pre euro

I due stati che si trovano sul territorio della Penisola Italiana, ma che rappresentano due giurisdizioni separate, sono lo stato del Vaticano e la Repubblica di San Marino. Dato il sistema di libero scambio economico con lo Stato Italiano, le monete vaticane e quelle sammarinesi non differiscono da quelle che, anche prima dell’euro, venivano usate in Italia, ovvero la Lira nei suoi diversi conii. Tuttavia, le monete coniate nello Stato del Vaticano prendono il nome di scudi, di cui si possono trovare maggiori esemplari nel periodo precedente all’unificazione del Regno d’Italia.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda