Lire italiane: il tesoretto dei collezionisti

Collezionare monete riscuote da sempre successo in tutto il mondo e ad essere richieste sono soprattutto le monete fuori corso o quelle che sono state immesse sul mercato in forme e tipologie particolari. Le lire italiane da quando è entrato in vigore l’euro sono tra le più richieste, con la maggior parte dei collezionisti focalizzati su annate particolari o lire emesse in contesti specifici. Il costo di una lira oggi va da 0,01 € a oltre 10.000 € in base alla tipologia di monete e alla loro condizione, ovvero se sono usate.

Le lire italiane più richieste e collezionate

Le lire più richieste e collezionate, e anche le più rare, possono essere divise, per calcolarne valore e richiesta, in tre annate: monete della Repubblica italiana in lire dal 1961 al 1980 e infine monete in generale è strettamente correlato al loro stato di conservazione; più vicine sono al loro stato originario, al cosiddetto fior di conio, più valgono. A contribuire al valore delle monete di ferro, ma anche delle banconote contribuisce anche la tiratura: se una moneta o una banconota sono state immesse sul mercato in tiratura limitata, il loro valore è più alto rispetto alle monete emesse in tiratura standard.

Inoltre, alcune monete presentano un valore più alto di altre, qualora siano state immesse sul mercato presentando difetti di conio: anche un minimo errore, per esempio un bordo ritagliato che all’apparenza non ha alcun significato, può far aumentare di molto il valore della moneta.

In fase di compravendita non è inusuale trovare monete che vengono vendute come rare, ma la cui alterazione è dovuta all’esposizione forzata per esempio ad intemperie, in modo da creare un finto difetto.