Tipologie e caratteristiche dei misuratori per radioamatori

Sia che desideriate emettere segnali radio che riceverne, è necessario che vi attrezziate con vari tipi di misuratori, che vanno da quello delle frequenze (fondamentale per individuare le bande radio su cui trasmettono gli altri radioamatori) al misuratore di campo, un dispositivo che serve, tra l’altro, a stabilire se siete all’interno dei parametri di sicurezza stabiliti dal Ministero.A questi vanno aggiunti apparecchi come il wattmetro, che serve a misurare la potenza elettrica assorbita da un circuito, e l’oscilloscopio, fondamentale per effettuare tutta una serie di controlli sulla funzionalità dell’apparecchio radio e dell’antenna.

Utilizzare questo tipo di strumentazione in modo utile non è certamente facile; è bene quindi consultare i vari manuali e riviste del settore, oppure seguire uno dei corsi organizzati dalle associazioni e dai club amatoriali.

Del resto, per esercitare l’attività di radioamatore è oggi richiesto il superamento di un esame ministeriale. Conseguita l’apposita patente, bisognerà poi ottenere anche un’autorizzazione amministrativa (Decreto ministeriale del 21 luglio 2005).

Gli accordatori, gli altri strumenti e i prezzi

Se volete intraprendere questa attività, fareste bene a cercarvi uno spazio dove contenere tutta l’attrezzatura necessaria, che non si limita certo agli strumenti appena elencati. L’accordatore, ad esempio, è un dispositivo progettato specificatamente per accordare le antenne. A questo vanno poi aggiunti vari tipi di cavi e connettori, alimentatori, batterie e caricabatterie; insomma, la categoria degli articoli per radioamatori è parecchio vasta e va ben oltre i semplici strumenti di misurazione.

Quanto bisogna spendere per dotarsi di una postazione radio completa, efficiente e funzionante? Limitandosi ai misuratori, il prezzo di un misuratore di campo parte da circa 10 € per arrivare anche a oltre 500 €; un wattmetro parte all’incirca da 38 € e arriva a poco più di 200 €; infine, il prezzo di un misuratore di frequenza va indicativamente dai 30 € ai 50 €.

Marche, produttori e usato

Oltre ad aziende da sempre leader nel settore dei sintonizzatori e adattatoricome Pioneer, troviamo nomi meno conosciuti come Daiwa, una joint venture indonesiana-giapponese, o Surecom, specializzata in strumenti elettronici. In genere, tutte le aziende che operano nel settore dell’elettronica di precisione hanno a catalogo qualcuno, se non tutti, degli strumenti ricordati.

Ci si può infine rivolgere al mercato dell’usato, dove si trovano diverse occasioni di apparecchi di vario tipo, anno e tecnologia (digitale e non), per non parlare degli articoli rigenerati o rimessi a nuovo dal produttore o dal venditore. L’unica accortezza deve essere quella di stare attenti all’evoluzione tecnologica: la digitalizzazione permette infatti non solo di ridurre le dimensioni, ma anche i prezzi. Evitate quindi di pagare come oro vecchi dispositivi meccanici che ormai costano solo qualche decina di euro.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda