Il microscopio - la possibilità di vedere l’invisibile

Il microscopio è uno strumento che realizza un’immagine ingrandita di oggetti molti piccoli, non visibili ad occhio nudo. L’invenzione del microscopio risale al Rinascimento per opera di due olandesi, che notarono che aumentando il numero di lenti in un tubo l’oggetto che stavano osservando appariva più grande. Successivamente, un mercante di stoffe olandese, studiando da autodidatta, raggiunse un'ottima abilità nel taglio del vetro che gli permise di ottenere lenti che consentivano ingrandimenti migliori. Con quelle lenti osservò il mondo che lo circondava scoprendo batteri e globuli rossi. Da allora questo strumento è in continua evoluzione. Ci sono diversi tipi di microscopi, per diversi usi e questi aspetti ne determinano il prezzo (da 15,75 € a 5.000 €). Tra le marche da ricordare vi è la Nikon.

Quali sono i tipi di microscopio e quale scegliere?

Il modello più diffuso è il microscopio ottico, composto da un sistema di lenti con cui viene analizzato un campione di materiale messo al centro del sistema ottico. Adoperato per la didattica, per piccoli laboratori artigianali e laboratori di analisi (microscopio ottico prezzo da 69 € a più di 1.000 €).C’è poi il microscopio composto, formato da più lenti con caratteristiche e lunghezza focale diversa.Sovrapponendo le lenti si permette la correzione degli errori delle singole lenti.
Nel 1931 è stato ideato il microscopio elettronico che permette di esaminare i campioni con un fascio di elettroni. È adoperato per applicazioni mediche, per laboratori o da studenti. Oggi in commercio è disponibile anche il microscopio digitale usb, una variazione del tradizionale microscopio ottico, dotato di camera digitale e illuminatore led. Questo microscopio usb non necessita della presenza di un oculare per osservare i campioni e le immagini sono trasmesse direttamente su monitor tramite un collegamento usb o wifi. Alcuni microscopi digitali usb però sono dotati anche di oculare per permettere al fruitore di adoperare lo strumento anche in assenza di un collegamento.
Questo tipo di microscopio è adoperato in molte attività professionali: dai tipografi per controllare la qualità della stampa, dagli ornitologi per controllare insetti e malattie delle piante, ad esempio o anche per uso didattico.  Sono disponibili anche microscopi per bambini, molto adatti per far avvicinare i più piccoli al mondo della scienza.
Prima di acquistare un microscopio bisogna considerare: il materiale di cui è composto, il tipo di lente, la potenza di ingrandimento e i suoi accessori.
Gli hobbisti o i principianti possono acquistare un microscopio di buona qualità a prezzi convenienti, invece i professionisti dovrebbero scegliere tra i prodotti professionali disponibili. Se si ha necessità di questo strumento a prezzi contenuti è possibile acquistare un microscopio usato.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda