Microfoni per studio e registrazione musicale professionale: l’importanza della qualità

Per una registrazione di alta qualità, la tipologia del microfono è una variabile della massima importanza. La sua funzione è quella di valorizzare al meglio i suoni, sia che si tratti di voce, sia che si tratti di musica. Le tipologie di microfono esistenti sono molto numerose, e tra i marchi più diffusi abbiamo Auna, Proel, Rode e Shure.I prezzi variano da un minimo di 10 € ad un massimo di circa 10.000 €. Dando un’occhiata all’usato si possono trovare ottimi affari.

Quali sono le principali tipologie di microfono e a cosa servono?

Tra gli articoli per studio e registrazione musica professionale, i microfoni occupano una posizione decisamente rilevante. Le principali tipologie sono: microfoni a condensatore, microfoni dinamici e microfoni a nastro.Questi apparecchi svolgono ruoli diversi in ragione delle specifiche caratteristiche di ogni modello.

I microfoni a condensatore hanno un diaframma piccolo e leggero, molto adatto a catturare i suoni ad alta frequenza, come ad esempio la chitarra acustica o il pianoforte. Grazie all’ alimentazione phantom power, è molto sensibile ed è in grado di registrare anche i suoni più deboli.

Esistono vari modelli di microfono a condensatore, il più diffuso è quello a diaframma largo, preposto a registrare la voce. Il modello a diaframma stretto è invece il migliore al mondo per percepire tutte le sfumature dei toni alti, e perciò è usato spesso con strumenti come la chitarra acustica. Anche il multi pattern, molto performante per lo stereo recording, è in realtà un microfono a condensatore.

I microfoni dinamici hanno un diaframma più pesante che li rende adatti a lavorare su frequenze medio basse, come ad esempio la batteria e gli amplificatori per chitarra elettrica. Non hanno bisogno di alimentazione esterna, sono molto resistenti e reagiscono bene all’umidità, oltre che al ritorno di feedback. Sono molto usati per i contesti live. Rispetto ai microfoni a condensatore richiedono un budget molto più basso. Una variante del microfono dinamico è il microfono per cassa, chiamato anche bass mic, noto per lavorare molto bene con i bassi accentuati e i medi appena accennati.

Anche i microfoni a nastro hanno la loro fetta di mercato, sono strumenti di alto profilo, molto apprezzati dai professionisti per la loro resistenza e sensibilità. Il loro costo elevato li rende meno comuni di quelli dinamici e a condensatore, soprattutto negli home studio.Esistono altri tipi di microfono, seppur meno usati. Quello più popolare è il microfono USB, che deve la sua fortuna al fatto di essere versatile, poco costoso e semplice da utilizzare.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda