Il fascino dei pomelli in ottone

Nel film “Pomi d’ottone e manici di scopa” erano in grado di far volare un letto a baldacchino attraversando magicamente lo spazio-tempo. Forse non avranno questo straordinario potere, ma i pomelli mantengono tutt’oggi uno charme particolare che rende più elegante e fatato tutto ciò che li circonda.

Se volete donare alla vostra porta uno stile unico e senza tempo, potreste optare per un semplice ma significativo cambiamento: sostituire la solita maniglia con un pomello, magari in ottone.

Vediamo alcune opzioni e consigli utili per valorizzare questa tipologia di maniglia.

Come abbinare il pomello alla porta

Le porte in stile antico sono quelle che maggiormente risplendono con un bel pomello in ottone, dal momento che anche gli altri componenti come serrature e chiavistelli sono perfettamente armonizzati in quanto a colore e materiale. I prezzi per i modelli vintage si aggira attorno ai 40 € - 50 €.

Nonostante la forma più famosa e classica sia quella arrotondata, possiamo trovare diverse fatture e sagomature per quanto riguarda i pomelli in ottone. Nel caso delle porte moderne, potrebbe risultare più difficile abbinare un pomello, ma l’importante è scegliere una forma stilizzata o minimalista, per esempio esagonale o quadrata. Per acquistare questa variante si possono spendere circa 25 € - 30 €.

Oltre alle porte, si potrebbe pensare di utilizzarli per ante e mobili della casa: una credenza in legno potrebbe acquistare molto più valore e stile se i suoi cassetti fossero decorati con splendidi pomelli. Nelle versioni più minute, specificamente create per i cassetti, è anche possibile scegliere modelli in cui il cuore in ottone è rifinito da petali colorati o disegni di pregio.

Se cercate questo tipo di pomelli, non occorrerà un grande budget, dal momento che sono disponibili sul mercato a prezzi che oscillano tra i 5 € e i 20 €.

Come pulire i pomelli in ottone

Scegliere l’ottone per il suo luccichio comporta anche il suo mantenimento. Infatti, purtroppo il processo di ossidazione col tempo tende a creare una patina opaca su questa lega metallica. Per mantenere queste maniglie splendenti e lucide, è necessario effettuare una pulizia periodica, optando per prodotti naturali o detergenti chimici.

Se si preferisce un rimedio fatto in casa, potete utilizzare una soluzione composta da 3 parti d'acqua calda e una di aceto. In alternativa, si può usare alcool, vino e perfino yogurt scaduto! Uscendo dalla cucina, anche il dentifricio a pasta bianca risulta efficace per eliminare lo sporco e lucidare le maniglie.

Per maniglie in ottone molto antico, si può inoltre puntare sull’acido muriatico, che va maneggiato con estrema cura ed è quindi sconsigliato ai meno esperti.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda