Maniglie e pomelli, i dettagli fanno la differenza

Oltre a dover essere funzionali allo scopo per cui vengono installate, le maniglie costituiscono un vero e proprio oggetto di arredamento. Devono essere adatte alla porta o allo sportello su cui vengono montate, ma è importante che siano anche coordinate con i mobili e gli arredi della casa. Esistono tantissimi tipi di maniglie che si differenziano principalmente per il materiale di cui sono fatte, per l’impugnatura e per la modalità con cui vengono fissate alla porta. Tra queste caratteristiche, non va sottovalutata l’impugnatura: la maniglia deve essere facile da afferrare ed ergonomica, in modo da poter utilizzare la porta in modo corretto. 

I materiali: coordinare porte e maniglie

Quando si scelgono le maniglie, vanno considerate alcune caratteristiche delle ante su cui verranno installate. In generale, se si tratta di porte lisce o costituite interamente in vetro, si potranno montare anche maniglie molto elaborate o decorate. Se la porta è di legno, sarà meglio scegliere maniglie dorate se di legno scuro, argentate se di legno chiaro.In commercio si trovano maniglie di vari materiali:

  • acciaio, perfette se abbinate a un arredamento moderno;
  • ottone o rame, sono sicuramente le più comuni, ottime per cucine e soggiorni;
  • alluminio, sono le più versatili, perché si tratta di un materiale che si lavora facilmente e si presta a diverse finiture estetiche;
  • legno, più rustiche e delicate (necessitano di manutenzione specifica e costante);
  • porcellana o vetro, regalano alla casa un tocco vintage e si adattano benissimo alle porte di bagni e camere da letto.

Orizzontali, verticali o a incasso: a ogni porta la sua maniglia

Maniglie verticali (o maniglioni): sono quelle perpendicolari al pavimento. Si utilizzano principalmente su porte e portoncini d’ingresso, ma si possono anche adattare a porte interne, per esempio quelle scorrevoli. I prezzi variano molto a seconda del materiale e della lavorazione: poco più di 20 € per quelle più semplici, fino a oltre 250 € per quelle più elaborate.Maniglie orizzontali: sono sicuramente le più comuni e si installano parallele al pavimento. Quelle chiamate “a placca”, si fissano all’anta attraverso un supporto su cui è inserito sia l’attacco della maniglia sia la bocchetta della serratura. Anche in questo caso, la forbice di prezzo è piuttosto ampia: da poco più di 20 € a quasi 90 €. Altri tipi di maniglie orizzontali vengono invece fissate tramite una rosetta (un supporto circolare che permette il montaggio sulla porta) e hanno la bocchetta della serratura separata.Maniglie da incasso: montate principalmente su porte scorrevoli, hanno l’impugnatura costituita da un foro di varie forme e dimensioni. Quelle più semplici sono piuttosto economiche, con prezzi che si aggirano sui 10/15 €.