Ne hai uno da vendere?

Fallo vedere a milioni di acquirenti

Mandolini

Con un suono tipicamente popolare, il mandolino è uno strumento sicuramente affascinante.Intarsiato, decorato o semplice, ne esistono vari modelli ed è bello sia da imparare a suonare, che da tenere in casa come elegante oggetto d’arredo.

Nato dalla mandola e risalente al XVII secolo, questo strumento ha una storia notevole ed un repertorio incredibilmente vasto, siccome riesce ad adattarsi a vari tipi di musica.

Nonostante la fama di strumento “popolare”, appartiene agli strumenti della musica d’arte. Fa parte della famiglia dei cordofoni e, tra questi, della categoria dei liuti.

In commercio, se ne trovano di varie marche (tra cui APC, Stagg, e Ashbury) e i prezzi variano da 28 € a 7.950 €.

Conformazione dello strumento

Il mandolino fa parte della categoria degli strumenti a cordae viene spesso definito folkloristico per la fama che ha ricevuto nell’uso popolare, con una cassa pera, grande e profonda, e foro di risonanza ovale. Il numero delle corde dipende dal tipo e spesso vengono suonati con il plettro.

Ve ne sono vari tipi, classificati a seconda del numero delle corde e dell’accordatura, ma caratteristiche che condividono tutti sono l’uso del plettro e la sottigliezza del legno.

I due tipi di mandolino più famosi e diffusi sono il mandolino Napoletano e il mandolino Milanese. Il primo ha 8 corde ed è il tipico mandolino a forma di goccia. La tavola armonica è piegata all’altezza del ponticello per sopportare l’elevata tensione delle corde, la testa è piatta.

Il mandolino Milanese, invece, è caratterizzato da 12 corde ed ha una cassa di risonanza più larga (che ricorda quella della chitarra) e, a contrario di quello napoletano, il fondo è piatto.

Come sceglierlo

Innanzitutto, è fondamentale capire quale sia lo scopo del nostro acquisto. Se vogliamo un mandolino da usare come oggetto d’arredamento, ne sceglieremo uno costruito con il legno e con la forma che troviamo più attraente. In questo caso non sarà necessario comprarne uno nuovo, anzi. Anche uno usato e non ricondizionato può fare la sua bella figura sopra il camino del salotto.

Se invece l’obiettivo è di comprare uno strumento con cui suonare o fare pratica, dovremo assicurarci di acquistarne uno che abbia la cassa di risonanza pressoché’ intatta. Inoltre, dovremo anche scegliere se ne vogliamo uno acusticoo uno elettrico, a seconda del tipo di musica che vogliamo suonare. Se ne trovano nuovi, ricondizionati, o usati ed i prezzi variano a seconda della condizione e dalla marca del prodotto.

Le corde, come quelle D’Addario, si trovano molto facilmente in commercio e hanno un prezzo che parte in media dai 4 €.