Maglie da calcio di squadre italiane allenamenti Inter Milan

Il calcio è uno degli sport più seguiti al mondo e l’acquisto dell’abbigliamento della squadra preferita è come i tifosi dimostrano la loro passione per il proprio club.

In Italia, la maglie più vendute sono quelle del Milan e dell’Inter e ci sono numerose aziende che la fabbricano, come Adidas, Nike, Puma, Umbro.

La maglia del Milan

La famosa maglietta a strisce verticali rosse e nere nasce da un’idea del fondatore e capitano del Milan, Robert Kilpin. La scelta di questi colori viene espressa in una sua celebre frase: “Saremo una squadra di diavoli. Rossi come il fuoco e nero come la paura che incuteremo agli avversari”.

Durante il regime fascista, la divisa fu bianca con una striscia rossonera verticale centrale e solo negli anni ‘40, le strisce diventano più larghe e con scollo a V. Negli anni ‘80, compaiono i primi sponsor, tornano le strisce larghe e i numeri sulla schiena, oltre ai nomi dei giocatori, che vengono successivamente rimossi, fino a diventare obbligatori a metà degli anni ‘90.

Per i portieri, le maglie degli allenamenti del Milan sono state sempre tutte nere e a manica lunga.

La maglia dell’Inter

La maglia allenamenti dell’Inter è a strisce nere e azzurre, così voluta da Giorgio Muggiani, il fondatore della società, per rappresentare i colori della notte. Nel corso degli anni, sostanzialmente la maglia non è cambiata, le modifiche più importanti riguardavano il numero delle righe. Solo durante il periodo fascista, la maglia era bianca con una grossa croce stampata.

I portieri, agli inizi degli anni ‘80, passano dalla tradizionale divisa nera con colletto blu a maglie con colori più stravaganti: verde, giallo, viola e celeste. Solo all’inizio del 2000, le maglie tornano ad avere uno stile più classico.

Maglie autentiche e repliche

Prima di acquistare una maglia di un club, bisogna tenere in conto che in vendita si possono trovare principalmente due tipi di magliette: autentiche e repliche.

A prima vista non si notano le differenza fra le due. Entrambe hanno i riferimenti ufficiali di sponsor e patch, ma è al tatto che la differenza si percepisce: le maglie autentiche sono fabbricate con materiali all’avanguardia, tecnici, leggeri e traspiranti, mentre le repliche, essendo destinate a un pubblico più vasto, sono più economiche, realizzate con materiali meno costosi e disponibili in più taglie.

Quanto costa una maglia?

Il prezzo di una maglia da calcio varia in relazione al materiale e alla marca (oltre al fatto di essere originale o puro merchandise). Per chi volesse comprarne una il prezzo può oscillare tra gli 8 € e gli 80 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda