Rimozione tatuaggi oggi: il laser

Quando in passato si parlava di tatuaggi non permanenti come quelli henné, oggi esiste un’ulteriore possibilità: la rimozione del tatuaggio.

Capita di cambiare gusti col passare del tempo, di voler cancellare un ricordo del passato o di voler modificare la piccola opera d’arte tatuata sul proprio corpo. In questi casi, togliere tatuaggi vecchi di cui si è ormai stanchi è oggi possibile grazie ad una nuova tecnologia: il laser. Il laser per tatuaggi, rispetto alle vecchie tecniche di rimozione chirurgica, invasive e dolorose, è efficace, sicuro e indolore.

Come funziona?

Il laser agisce sui pigmenti colorati del tatuaggio demolendoli particella per particella e lasciando intatta la pelle circostante. Nonostante il procedimento sia indolore, è possibile avvertire un’intensa sensazione di calore che potrebbe risultare fastidiosa. Una volta esposta l’epidermide al trattamento, sarà necessario proteggerla dall’esposizione solare.

Il processo non è immediato: solitamente sono necessarie numerose sedute (fino a 20) della durata di 10-15 minuti, a distanza di un mese l’una dall’altra. Il numero di sessioni necessarie dipende dal tipo di pigmento dell’