Luci, lanterne e torce da campeggio ed escursionismo: attrezzarsi per le avventure all’aria aperta

Le gite e le escursioni all’aria aperta sono delle avventure sicuramente affascinanti, e bisogna attrezzarsi al meglio per affrontarle in tutta sicurezza. Avere una fonte di luce sicura è una garanzia quando si passa la notte in campeggio, ma anche quando si esce per fare una semplice passeggiata nei boschi: una sessione di trekking, infatti, può spesso prolungarsi oltre il previsto.

Vi sono diverse aziende produttrici di luci, lanterne e torce da campeggio ed escursionismo, come Petromax o Cree, e i prodotti acquistabili sono diversi, ciascuno adatto ad uno scopo ben preciso.

Quali sono le tipologie luci da campeggio ed escursionismo sul mercato?

Le luci, le lanterne e le torce fanno parte di quell’attrezzatura da campeggio ed escursionismo sulla quale è bene avere delle conoscenze di base per trovare il prodotto adatto alle proprie attività.

Se si è appassionati delle lunghe passeggiate in montagna o nel bosco, è bene avere attrezzarsi di lampade da testa da campeggio ed escursionismo. Essa non può mancare nell’attrezzatura di base del trekker, poiché non è raro trovarsi fuori quando il sole è già oltre l’orizzonte.

Grazie all’avvento del LED, queste lampade sono oggi alla portata di tutti, hanno dimensioni e peso ridotti e una durata considerevole, grazie ai bassi consumi del LED.

Queste lampade sono un accessorio non eccessivamente costoso (i prezzi variano dai 20 € a poco più di 100 €) e si distinguono tra loro per il peso (generalmente molto ridotto), per la durata massima delle batterie (che spesso supera le 200 ore), per l’intensità luminosa prodotta (indicata in “max lumen") e per la distanza di illuminazione. Modelli di qualità dispongono anche di un utilissimo indicatore di batteria, in grado di avvertire quando si sta per rimanere al buio.

Per gli amanti del campeggio, invece, è bene dotarsi di una o più fonti d’illuminazione adeguate, in modo da passare la notte tranquilli.

Le lanterne da campeggio ed escursionismo si differenziano tra loro per il tipo di lampadina (che può essere a LED, o più raramente tradizionale) e per la fonte di alimentazione. Esistono infatti delle lanterne a batteria, altre ricaricabili a energia solare, altre a candela (cioè contenenti al loro interno un certo numero di candele, ciascuna avente una durata in ore predefinita) e altre ancora che funzionano a olio, un po’ come accadeva nell’antichità.

Per le situazioni d’emergenza esistono poi delle luci chimiche, di derivazione militare: esse consistono di piccole provette con all’interno delle sostanze luminescenti, generalmente con una durata di 24 ore.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda