Ne hai uno da vendere?

Fallo vedere a milioni di acquirenti

Luci a batterie ricaricabili per biciclette: accessorio fondamentale per viaggiare in piena sicurezza e nel totale comfort.

Le luci per biciclette sono un accessorio fondamentale e rappresentano uno dei più importanti dispositivi di sicurezza per la propria bicicletta poiché consentono di vedere e soprattutto di essere visti. Una luce che dia buona visibilità notturna, associata ad altri dispositivi di segnalazione luminosi, garantisce un utilizzo sicuro del proprio mezzo in ogni momento della giornata, di sera e in inverno quando viene buio presto, o di giorno in presenza di gallerie e sottopassi. Esistono svariati tipi di luci e di diverse potenze. Tra le più moderne sicuramente troviamo le luci alimentate a batteria, sono molto luminose e adatte sia per ciclisti amatori che per i professionisti dell’escursionismo notturno. Le luci a batterie ricaricabili per biciclette sono accessibili praticamente a tutti in quanto il loro prezzo è compreso in un range che varia da 5 € a 500 € euro.

Luci a batterie ricaricabili: come e quali scegliere per la propria bici?

Il mercato offre una vastissima gamma di prodotti che si differenziano per il tipo di luce, modalità di posizionamento, durata e tipo di alimentazione. Per acquistare il prodotto adatto alle proprie esigenze è necessario valutare con attenzione questi fattori. Il primo passo è definire la quantità di luce di cui si ha bisogno, così da scegliere il modello che assicuri una sufficiente autonomia della batteria. Se si necessita di un’illuminazione prolungata, che superi le due ore, è preferibile utilizzare luci con batterie esterne, piuttosto che integrate, così da poter continuare ad utilizzare il proprio mezzo anche durante le fasi di ricarica.

Grazie allo sviluppo della tecnologia a LED, si trovano oggi in commercio luci a batterie ricaricabili per biciclette altamente performanti e con un’elevata autonomia di carica. Con questo tipo di lampadina è possibile modulare la luminosità anche tramite display posti sul dorso della lampada, che ne indicano inoltre la carica residua. Gestendo correttamente la batteria, ad esempio limitando il consumo nei luoghi a buona visibilità, si riesce ad arrivare anche a quaranta ore di autonomia.

Un altro aspetto da considerare nella scelta del modello è la tenuta stagna e la resistenza agli urti della lampadina. Soprattutto gli amanti della mountain bike, si ritrovano spesso a contatto con elementi come acqua, fango e polvere. In questi casi il mercato offre modelli a tenuta stagna e resistenti agli urti, appartenenti però a una fascia di prezzo superiore. La gamma di prodotti offerta è molto ampia e di svariate marche come AZONIC, BRN e TRELOCK per citarne alcune tra i leader del settore. É possibile quindi acquistare l’articolo che più si adatta alle proprie esigenze riuscendo comunque a contenere la spesa.







Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda