Locomotive per modellismo ferroviario: veri e propri oggetti da collezione

Il modellismo ferroviario è un settore che attira ogni anno numerosi appassionati, proponendo fedeli riproduzioni di locomotive, binari e stazioni di ogni genere e luogo. I produttori di questi oggetti da collezione realizzano infatti i modellini delle più famose locomotive prestando la massima attenzione ai dettagli, con inserti dipinti a mano e repliche accurate. Le riproduzioni più rare e pregiate in scala H0 arrivano a costare oltre i 1.000 €, mentre i modelli base possono essere acquistati per 150 €. 


Locomotive per modellismo ferroviario in scala H0: i modelli più rari

Ad oggi, la maggior parte delle locomotive per modellismo ferroviario vendute in Europa ed in Nord America presenta una scala di rappresentazione con un rapporto di riduzione pari a 1/87 rispetto alle dimensioni originali. Questo standard è chiamato H0, detto anche HalfZero. La suddetta scala di rappresentazione è nata negli anni Cinquanta come alternativa alla scala 00, dotata di un rapporto di riduzione pari a 1/76, e garantisce un maggiore realismo nella riproduzione dei dettagli della locomotiva. Lo scartamento, ovvero la distanza che intercorre tra i lembi interni delle due rotaie di un binario, è pari a 16,5 mm. Durante la costruzione del plastico, gli appassionati hanno la possibilità di scegliere tra tre diversi tipi di alimentazione: alimentazione a tre rotaie, a due rotaie ed a controllo digitale. Nel primo caso, l'alimentazione è assicurata da un terzo punto di contatto che si trova al centro dei due binari dove va adagiata la locomotiva. La corrente viene trasmessa al modellino da un pattino centrale strisciante, sfruttando inoltre il contatto delle ruote della locomotiva con i binari. Questo sistema è alquanto affidabile ma pecca di realismo. Per di più, i modelli compatibili con il suddetto sistema sono piuttosto limitati.Il sistema a due rotaie è il più diffuso sul mercato e garantisce un elevato livello di realismo. Tuttavia, i binari devono essere sottoposti ad una costante manutenzione e puliti con cura, altrimenti il sistema cesserà di funzionare.Il sistema di controllo digitale, sviluppato a partire dagli anni ‘80, ha segnato una vera e propria rivoluzione nel campo del modellismo ferroviario, consentendo ai costruttori di realizzare plastici complessi in tutta semplicità. Il sistema di controllo digitale permette inoltre di comandare locomotive e treni in modo del tutto indipendente, dando vita ad una rete ferroviaria alquanto elaborata. L’unica nota negativa è al momento rappresentata dal prezzo, più elevato rispetto alle controparti analogiche. Tra i migliori produttori di locomotive per modellismo ferroviario spiccano senza alcun dubbio Fleischmann, Lima, Märklin, Rivarossi e Roco.