Lettini: le dolci notti dei bimbi

I bambini (soprattutto i più piccoli) passano molto tempo addormentati: gli  articoli per la nanna quindi, vanno scelti con cura e amore. Tra questi il lettino è senz’altro il principale, deve garantire sicurezza, igiene e riposo. Esistono molti tipi di lettini per bambini e i prezzi possono andare da 80 € a più di 500 €. Spesso tra l’usato si può trovare l’alta qualità a prezzi convenienti.

Quali sono i lettini per bambini e come scegliere

Dopo i primi 4 o 5 mesi, in cui si usa la culla, arriva il momento di scegliere il lettino per il neonato, la scelta più diffusa e consigliata è il lettino con le sbarre che verrà usato per i primi 4 o 5 anni di vita. Di solito è di forma rettangolare e ha il telaio in legno: molto importante che sia verniciato con un prodotto atossico e ipoallergenico. Altro aspetto a cui fare attenzione è che il lettino del bimbo sia facile da pulire e non abbia spigoli. La distanza tra le sbarre deve essere compresa tra i 6 e i 7,5, l’altezza più idonea per la sponda è invece di 60 cm. Quando la si abbassa completamente deve comunque sporgere in altezza di 20 cm, misura facile da scavalcare ma sufficiente a proteggere il sonno, e non deve inoltre toccare terra. Per i più piccoli, fino a un anno circa, è consigliabile usare i paracolpi per rivestire  i lati del lettino. Come già sottolineato, la struttura deve essere solida, meglio se in legno massiccio, e garantire la sicurezza del pargolo. La base migliore è quella a doghe. Qualora ci fossero le ruote, queste devono essere piroettanti e provviste di freno. In generale, ma soprattutto se si compra un prodotto proveniente da paesi extraeuropei, è importante verificare che rispetti le norme CEE, garantite dalla dicitura EN 12221 1-2. Per la scelta del modello non c’è che l’imbarazzo della scelta e si può trovare il lettino che meglio si intona con le varie decorazioni della cameretta. Solitamente, nella stanza del bimbo l’ideale sarebbe optare per toni pastello e colori rilassanti. Esistono lettini più indicati se si è a corto di spazio, alcuni sono modulari e si possono ingrandire mano a mano che il bimbo cresce, altri hanno dei cassettoni posti alla base della struttura.Il materasso e la biancheria sono gli altri complementi necessari per il lettino. Meglio che il materasso sia realizzato in materiali anallergici e non deve avere cuciture ed etichette poste dove potrebbero graffiare. Per quanto riguarda invece la biancheria da culla va privilegiato uno stile sobrio; i pizzi e i fiocchi possono infatti comportare rischi per la respirazione del bimbo.
 

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda