Il leggio: un indispensabile accessorio musicale

Il leggio è un supporto indispensabile per chi studia musica e per chi la esegue. Appartiene a quegli accessori generici per musicisti che si dimostrano estremamente utili, come anche l’accordatore o i metronomi.

È un oggetto che nasce per sostenere i testi dei canti liturgici. Esistono diversi tipi di leggii, ognuno per esigenze diverse e, con un po’ di creatività, possono essere usati anche in modi alternativi.

A ognuno il suo leggio

Generalmente, un leggio musicale è composto da un treppiedi che regge una struttura a forma di libro aperto, predisposta per il posizionamento degli spartiti.

Quando si pensa all’acquisto di questo oggetto è bene valutare alcune cose, ad esempio i materiali.

È importante che l’asta sia leggera ma stabile. Immaginate se dovesse cadervi lo spartito nel bel mezzo dell’esecuzione di un brano, non sarebbe di certo un bel ricordo. Prima di acquistare un qualsiasi modello, assicuratevi che possa essere regolato in altezza. L’estensione dell’asta, che solitamente può essere bloccata in diversi punti, è utile anche per gli insegnanti di musica, che in questo modo non avranno problemi a dare lezione sia ai bambini che agli adulti. I prezzi per i leggii di questo tipo non sono in genere molto elevati (da 10 € a 30 €), ad esempio marchi come Proel, Kinsman e Stagg offrono un buon rapporto qualità-prezzo. Se però si è alla ricerca di modelli professionali, di fascia di prezzo più elevata, si può fare riferimento agli articoli di K&M, Konig & Meyer.

I leggii in alluminio possono essere più economici rispetto a quelli a legno e, inoltre, hanno il pregio di essere meno pesanti. Chi esegue concerti non deve dimenticare l’importanza del peso e della praticità: un modello leggero, in alluminio, è inoltre più adatto agli spostamenti. A tal proposito, è preferibile scegliere una tipologia pieghevole, magari venduta insieme all’apposita borsa per il trasporto.

Chi però è alla ricerca di un leggio musicale statico, da tenere in casa o nella sala concerti, può acquistare un modello in legno, magari dalla forma particolare, senza badare troppo al peso e alla praticità. Questa tipologia piace anche a chi non è attivo nel campo della musica, che lo può usare per leggere un libro oppure come semplice ornamento da soggiorno. Se sono i prezzi a demoralizzare, allora è il caso di dare un’occhiata agli articoli usati.

Il leggio da tavolo funge soltanto da supporto per spartiti per pianola, pianoforte e altri strumenti simili, ma con un po’ di fantasia si può anche pensare a un uso di tipo diverso, ad esempio potrebbe supportare un libro di ricette mentre si cucina.