Un alleato fidato in casa
Che la lavatrice sia uno degli elettrodomestici più amati non ci sono dubbi: sia che apparteniate a una famiglia numerosa, sia che viviate da soli, la lavatrice pulisce i panni sporchi in modo efficace e facendo risparmiare molto tempo utile.I modelli recentemente immessi sul mercato godono di nuove funzioni, sempre più smart e capaci di trattare i capi con estrema delicatezza ed efficacia.

Quali caratteristiche fanno la differenza?

I maggiori e più apprezzati produttori di lavatrici sono Bosch, Candy, Hotpoint, Indesit ed Electrolux, con prezzi che vanno da 200 €/300 € a 2.000 o 3.000 €. Se volete acquistare una lavatrice al prezzo più basso, con 50 € troverete comunque delle ottime occasioni.La prima distinzione possibile tra i vari modelli disponibili sul mercato riguarda il tipo di carica, frontale o dall’alto. Quest’ultima tipologia viene preferita da chi desidera ridurre lo spazio occupato o da chi ha problemi nel chinarsi, mentre il modello a carica frontale risulta il più richiesto e diffuso e, per questo, è quello su cui si concentrano le più recenti innovazioni.La caratteristica più ricercata in una lavatrice è il numero massimo di giri al minuto che essa riesce a compiere, da 600 a 1.600 per i prodotti di fascia alta. Più saranno i giri e più asciutti risulteranno i panni una volta finito il lavaggio. Tuttavia, sarà maggiore anche lo stress meccanico a cui l’elettrodomestico è sottoposto, così come maggiormente stropicciati saranno i capi se la velocità di centrifuga risulta eccessiva. Per un lavaggio comune sono sufficienti 800 giri al minuto.
Altra qualità fondamentale è la capienza massima. Lo standard si aggira intorno ai 5-7 Kg, più che sufficienti per lavare quanto solitamente necessario, ma è possibile acquistare una lavatrice con capienza fino a 12 Kg, magari approfittando di una lavatrice in offerta.
In molti modelli recenti e di fascia medio-alta, sono stati aggiunti dei display che consentono un utilizzo diverso rispetto alle lavatrici dotate di numerosi tasti o manopole. Questo permette un controllo maggiore dell’elettrodomestico e la possibilità di salvare i programmi più utilizzati.

I consumi: un punto importante

Acqua ed energia elettrica sono necessari per il corretto funzionamento di una lavatrice. Tutte le lavatrici appartengono ad una determinata classe energetica, la quale incide sulla qualità complessiva. Una lavatrice economica tende ad avere una bassa classe energetica, e dunque dei consumi più alti. Quelle che appartengono alla classe A+++ sono quelle con minori consumi e solitamente le più costose. La quantità di acqua utilizzata può essere uguale per molti modelli in commercio, ma è il suo riscaldamento a generare un maggior consumo di energia. La scelta del giusto programma di lavaggio eviterà inutili sprechi.