Come riparare la filettatura di una vite

Il lavoro frenetico all’interno di un’officina deve scontrarsi quotidianamente con tanti piccoli e grandi inconvenienti che derivano da questa attività, dove il numero esorbitante di utensili e prodotti comporta una continua attenzione alla manutenzione degli stessi. Potrà sembrare un aspetto di poco conto ma in un garage dove tutti i giorni avvengono riparazioni di ogni sorta, dal motore, ai freni al telaio, la perfetta filettatura delle viti è essenziale per garantire la qualità del servizio e quindi della riparazione richiesta. Infatti non è raro che delle viti possano perdere la filettatura e spanarsi, divenendo di fatto inutili al loro scopo. Le cause possibili sono molteplici: ad esempio, se le viti sono state strette eccessivamente, queste eserciteranno una maggiore forza di trazione sul filetto, rompendolo. Oppure può accadere che le viti siano state inserite in modo scorretto ed essendo queste di un materiale più resistente e duro rispetto alla madrevite, il filetto originario viene danneggiato. Come porre rimedio a questa spanatura? In commercio possiamo trovare diversi strumenti che ci permettono di correggere e rifilettare una vite. In genere vengono proposti sotto forma di kit di riparazione della filettatura per offrire tutto l’occorrente necessario. Se ne possono trovare di tantissimi formati e modelli, ma sicuramente una tipologia molto utilizzata per riparare la filettatura delle vite è l’Helicoil. Si tratta di un inserto metallico che si installa nei fori filettati per ripristinarne la forma o per irrobustirli. Il kit è composto da una tabella con diverse misure di riferimento sia per il foro che per la maschiatura (ovvero la filettatura semplice), un maschio intermedio HSS, che permette la filettatura a forma di “T” e per l’appunto gli helicoil, disponibili in diverse misure.

Quanto costa un kit di riparazione della filettatura per viti

In base alle esigenze tecniche e agli accessori richiesti, il costo di un kit di riparazione della filettatura per viti può variare enormemente. Per kit molto essenziali da pochi pezzi (in genere meno di 10 accessori), adatti quindi a un uso personale senza eccessive pretese, si può spendere all’incirca 30 €. Diversamente, se si cercano attrezzatura più complesse e performanti, che siano versatili e riutilizzabili per differenti tipologie di filettatura, il prezzo sale a 50/70 € per kit. Come marche di riferimento per questo genere di kit si possono citare la Draper e la Facom che offrono modelli professionali e per esperti, con prezzi che si aggirano intorno ai 180/200 €.