Le console e i videogiochi: dalle aule dell’università aIle case passando per i bar

Non si conosce con certezza la data di nascita dei videogiochi. Secondo alcuni esperti, sono nati alla fine degli anni ‘50, mentre per altri hanno visto la luce 10 anni più tardi.Questi primi esempi di videogiochi non ebbero, però, un seguito commerciale: erano più che altro degli strumenti utilizzati da docenti universitari per intrattenere in maniera interattiva gli studenti. Il primo videogioco degno di questo nome, Spacewar!, risale al 1962 ad opera dell’informatico statunitense Steve Russell, che fece lo programmò perché dei puntini luminosi sullo schermo simulassero una battaglia tra astronavi. Il suo obiettivo era quello di spiegare le leggi della fisica. Dagli anni ‘60 ad oggi i videogiochi hanno avuto un’evoluzione continua. Inizialmente nacquero i primi “coin operated videogame” ossia i videogiochi da bar che necessitavano di monetine per poter funzionare. Soltanto agli inizi degli anni ‘70 iniziarono a comparire le prime console con i controller.

Kit ed accessori per videogiochi

Nell’arco di circa ‘50 anni si è sviluppata tutta una filiera che ruota attorno al mondo dei videogame e delle console. Cavi ed adattatori, cuffie, proteggi schermo per console sono solo alcuni degli esempi dei prodotti che possono sempre tornare utili. I primi in caso di utili ricambi mentre i restanti per poter giocare al meglio e con la giusta concentrazione. I videogiochi e i kit di accessori sono nati per i bambini e i giovani tra i 14 e i 18 anni; benché i maggiori fruitori dei videogiochi si trovino nella fascia di età che va dai 25 ai 40 anni. Per poter personalizzare sempre di più la propria console o i propri accessori esistono anche custodie e borseche hanno anche la funzione di allungare la vita del proprio dispositivo.

Sensori di movimento: i nuovi controller

Sono tantissimi i videogiochi che sono in commercio e alcuni necessitano di sensori di movimento e telecamere per console. Strumenti che portano i giochi a un livello superiore rispetto ai primi videogiochi dove l’interazione era limitata. Oggi questa è quasi al massimo delle sue possibilità ed esistono nuove tipologie di controller dove tutto il corpo può rappresentare il dispositivo di controllo della console diventando una parte del kit in dotazione. I prezzi partono da circa 1 € per una serie di accessori per Snes fino ad arrivare a oltre 2.400 € un set di giochi della Lego Dimensions. Ma si possono trovare anche accessori come una sedia professionale per gaming per circa 500 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda