Idropulitrici da giardino Bosch

Se gli italiani sono considerati tra i più puliti e accurati in Europa dentro le mura domestiche, la storia cambia se si parla di spazi esterni e giardino, dove il nostro paese scivola negli ultimi posti della classifica. Fortunatamente questo trend negli ultimi anni sta cambiando, probabilmente anche grazie alle numerose innovazioni in fatto di tecnologia applicata a utensili e strumenti dedicati alla cura degli spazi esterni.

Le idropulitrici Bosch rappresentano un valido aiuto per pulire giardini e terrazzi senza troppa fatica e perdita di tempo.

I modelli a disposizione sono davvero moltissimi e si può scegliere il più adeguato in base allo spazio cui è destinato e alle proprie esigenze. I prezzi partono da 80 € per un´idropulitrice Bosch compatta per arrivare a superare i 1.000 € per un prodotto professionale e completo. Per chi fosse intenzionato ad risollevare da solo la media italiana senza spendere una fortuna, l´usato o il ricondizionato potrebbero essere la soluzione perfetta.

Il marchio Bosch

Il marchio Bosch ha quasi 150 anni, nasce infatti a Stoccarda da Robert Bosch nel 1886. All´inizio si trattava di un´officina meccanica ed elettronica di precisione. Le cose cambiarono quando, nel 1902, Il signor Bosch inventò e distribuì

un sistema di accensione magnetica con candela per le automobili. Da quel momento l´azienda si trasformò in un fornitore di livello mondiale nel settore automobilistico.

Nel corso del 1900 questo marchio si è diffuso in tutto il mondo ed è universalmente riconosciuto come un brand innovativo e affidabile.

Come funziona un´idropulitrice

Avere un'idropulitrice da giardino risolve in maniera efficace il problema della pulizia degli spazi esterni. Questo strumento potenzia la pressione dell´acqua portandola da 10 a circa 200 bar.

Per utilizzarla è sufficiente collegarla alla rete elettrica e a una sorgente d´acqua, che può essere un rubinetto o una tanica.

In ambito domestico un´idropulitrice ad acqua fredda, con i giusti detergenti, è più che sufficiente; tuttavia esistono anche i modelli ad acqua calda di norma utilizzati in ambito industriale.

Come scegliere la giusta idropulitrice

Nella scelta di un´idropulitrice uno degli elementi più importanti da tenere in considerazione è la portata, ovvero la quantità di acqua che la macchina può erogare, ad alta pressione, in un´ora. Un´idropulitrice economica, per un uso sporadico, dovrebbe avere una portata di almeno 340 l/h, mentre uno strumento destinato a grandi superfici o a un uso costante dovrebbe aggirarsi sui 460 l/h.

Altro elemento da tenere in considerazione è la pressione, espressa in bar. Un buon modello di pulitrice per uso domestico dovrebbe avere una pressione massima di 140 bar, i modelli di fascia alta si aggirano intorno ai 160 bar.

La potenza, espressa in kilowatt, è anch´essa un parametro importante, soprattutto se si userà la macchina con una certa frequenza. Un´idropulitrice tra i 1.300 kw e i 1.800 kw è già ottima, mentre i modelli professionali consumano tra i 2.100 kw e i 3.000 kw.

Nel momento dell´acquisto sarebbe bene inoltre prestare attenzione anche al peso dell´utensile, per valutarne la mobilità, e alla tipologia di bocchette e accessori in dotazione.