L’anima della moto: il sistema di scarico

Il sistema di scarico per moto è una delle parti più appariscenti di una moto; malgrado questo, spesso il suo compito e soprattutto i metodi per tenerlo al meglio non sono molto conosciuti.

Il sistema di scarico è responsabile dell’espulsione dei gas prodotti dalla combustione, e per farlo sfrutta proprio la forma costruttiva di tubi e collettori: grazie alle strozzature presenti nelle tubazioni dello scarico, infatti, i gas vengono estratti naturalmente, sfruttando un principio fisico detto “effetto venturi”.

In questo modo non è necessario un sistema di aspirazione, ma è quella forma che tanto piace vedere a fare tutto il lavoro.

Il sistema di scarico è anche responsabile della trasformazione dei materiali incombusti in sostanze meno pericolose per l’ambiente e per chi li respira, ed evita i possibili incendi dovuti all’espulsione di carburante trasformandolo in sostanze meno pericolose ed infiammabili.

Il sistema di scarico di una moto ha inoltre un’altra funzione, che pochi saprebbero attribuire a questa parte: il tipico rombo prodotto da una moto a due cilindri, così come l’armonico ronzio che nasce da una quattro cilindri, nasce proprio da qui. Il suono, l’anima stessa della moto nascono quindi da questa componente.

La regolare manutenzione del sistema di scarico

Nel collettore della moto, durante il regolare utilizzo, viene ad accumularsi una gran quantità di sporco, che necessita quindi di essere periodicamente rimosso.

Il procedimento per la pulizia non è complesso, e richiede solo prodotti appositamente formulati e tanta, tanta pazienza. È uno di quei lavori che si possono svolgere tranquillamente a casa, risparmiando. La prima cosa da verificare, quando si intende smontare la propria moto, è assicurarsi che il motore e lo scarico siano freddi. Per procedere con la pulizia esterna, basteranno una comune spugnetta non abrasiva, dello sgrassatore e un detergente per la pulizia dell'acciaio.

Sostituire una guarnizione

Quando le guarnizioni si usurano, permettono ai gas di scarico di passare tra la testata e la flangia del tubo di scarico. Guarnizioni che perdono permettono che il motore aspiri aria, e devono quindi essere cambiate al più presto.

Se si intende sostituire da soli le guarnizioni del collettore di scarico si risparmierà molto, dato che una guarnizione nuova costa solo 10 €. Però è importante tenere presente che queste sono molto più difficili da cambiare in autonomia rispetto alla regolare pulizia. Bisogna poi tener presente che, a seconda del modello di moto, le guarnizioni da sostituire potrebbero essere diverse: le guarnizioni per moto Honda hanno forma e dimensioni diverse rispetto a quelle per Yamaha.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda