Griglie e alari per camino: a cosa servono?

Griglie e alari potrebbero essere considerati accessori superflui da chi possiede un camino. In realtà si tratta di oggetti di vitale importanza per la manutenzione ed il corretto utilizzo del caminetto. L’accensione del fuoco non è strettamente vincolata alla presenza di griglie e alari: è possibile appoggiare la legna direttamente sulla superficie del camino. Tuttavia questo fuoco non sarà duraturo nel tempo e non raggiungerà temperature particolarmente elevate. Questo accade perché, procedendo in questo modo, la quantità di ossigeno a disposizione della fiamma sarà limitata. Un camino di medie dimensioni necessita ogni ora di circa 300 metri cubi di aria: per facilitare la combustione vengono utilizzati gli alari che, alzando il fuoco da terra, permettono una corretta ossigenazione della legna incandescente. Lo stesso risultato può essere raggiunto utilizzando un braciere, più adatto a fuochi compatti e di piccole dimensioni. In questo caso è praticamente impossibile che la legna rotoli fuori dal braciere, essendo vincolata all’interno di quest’ultimo. Griglie e alari sono solitamente realizzati in acciaio, ottone o ghisa. Si tratta di materiali resistenti che non sono particolarmente soggetti all’usura. La scelta di uno o dell’altro dipende da esigenze prettamente estetiche: griglie di ventilazione e alari non sono soltanto accessori di grande utilità ma contribuiscono alla decorazione del caminetto, un aspetto fondamentale per moltissime persone.

Griglie e alari per camini: quanto costano?

Il prezzo delle griglie di ventilazione non è particolarmente elevato: può variare in una fascia compresa tra 20 € e 40 €. Alari e bracieri sono invece oggetti che richiedono procedure di lavorazione più complesse e che quindi hanno un costo più elevato. Gli alari più economici hanno un prezzo di listino vicino ai 40 €, ma ci sono tanti modelli che superano i 100 €. Il costo medio di un braciere è di circa 80 €, anche se molto dipende dalle dimensioni del prodotto.

Griglie e alari sono accessori che hanno anche una funzione decorativa e, per questa ragione, sono disponibili in diversi colori: fra i più diffusi ci sono sicuramente bianco, grigio e nero.

Sebbene si tratti di utensili realizzati con materiali molto resistenti, è bene provvedere ad una corretta manutenzione per assicurare il loro corretto funzionamento. Almeno una o due volte all’anno è necessario munirsi dei prodotti necessari per la pulizia di questi accessori. In particolare bisognerà pulire griglie e alari utilizzando una spazzola con setole ruvide accompagnata da una soluzione anti-corrosione. L’utilizzo della spazzola è fondamentale perché permette di rimuovere tutti i residui di cenere.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda