Grembiuli e divise scolastiche

Il dibattito tra genitori, insegnanti e allievi delle scuole di ogni ordine e grado è sempre acceso su tematiche che toccano diverse questioni legate alla vita scolastica e alle norme di ogni singola scuola. Tra queste ha talvolta assunto risonanza nazionale la questione relativa a grembiuli e divise scolastiche, che vede contrapposti i fautori dell’individualismo a quelli dell’uniformità. La questione è, in realtà, molto più ampia e, per quanto si possa dibattere, l’ultima parola resta agli istituti: l’autonomia scolastica prevede che i diversi istituti scelgano liberamente se adottare o meno grembiuli o uniformi. Fuori dall’Italia la divisa scolastica è in molti casi una tradizione nonché un vanto per tutti quegli studenti che sognano di frequentare uno di quei prestigiosi istituti e non vedono l’ora di indossarne le insegne. Se il grembiule, infatti, usato per scuole materne ed elementari, è essenzialmente un capo comodo e funzionale che permette ai bambini di apprendere la disciplina e valorizzare le differenze per ciò che conta e non per le apparenze, l’uniforme, o divisa, veicola in più il senso di appartenenza a una comunità scolastica.

Perché scegliere grembiuli e divise

La scelta di molti educatori di proporre agli allievi grembiuli e divise scolastiche incontra una serie di vantaggi pratici. I grembiuli, destinati ai più piccoli, sono capi pratici e leggeri, generalmente in cotone o misto cotone per garantire massima traspirabilità e facilità di lavaggio. Il loro utilizzo consente di preservare i capi più delicati da macchie di pennarello, colla ed eventuali strappi, oltre a evitare piccole gelosie e scaramucce legate alle possibilità economiche delle diverse famiglie che si rispecchiano nel vestiario. Uniformando i bambini dal punto di vista dell’abbigliamento, vengono esaltate le doti peculiari che distinguono l’uno dall’altro veicolando un importante messaggio: la sostanza è più importante delle apparenze. Lo stesso discorso vale per le divise utilizzate nella scuola secondaria e superiore. Qui entra in gioco anche una questione di decoro, evitando che mode eccessivamente provocatorie trovino sfogo all’interno di istituti educativi.

Grembiuli e divise per bambine e ragazze

Le divise per ragazze possono comprendere gonna, generalmente a pieghe in perfetto stile british, o pantalone, per uniformarsi ai compagni maschi. Il taglio è classico, da abbinare a camicia e giacca o una più sportiva polo. Alcune scuole preferiscono uno stile casual per le proprie uniformi, con comodi pantaloni felpati, polo o t-shirt, se non addirittura tute, soprattutto negli istituti di scuola materna e primaria. I grembiuli destinati alle più piccole possono essere rosa o bianchi, ma anche blu o a fantasia. Quanto a prezzi, non vengono di norma superati i 100 €, con la possibilità di acquistare grembiuli o divise usate a partire da 1 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda