Gioielli antichi: un tocco in più

Sin da quando l’uomo ha iniziato a socializzare con i propri simili, il bisogno di distinguersi dagli altri ha avuto un ruolo importante nella storia. I primi ornamenti in osso e pietra risalgono a migliaia di anni fa e, via via, il mondo dei gioielli si è evoluto fino a diventare altamente tecnologico.

In contrapposizione a quelli più recenti, i gioielli vintage godono di numerosi estimatori, sia come oggetti da collezione sia per essere indossati.

Ogni epoca ha il proprio stile, creato da artisti e artigiani che hanno dato vita a vere opere d’arte, spesso senza tempo. Superati i 30 anni di vita, un gioiello diventa d’epoca, acquistando valore e suscitando maggior interesse. Oltre i 100 anni, si parla di gioielli antichi, ancor più ricercati e spesso molto costosi.

Bigiotteria vintage

Non tutti sanno che la bigiotteria come la intendiamo noi oggi è nata e si è diffusa proprio durante il secolo scorso per una serie di ragioni precise.

Bigiotteria vintage è sinonimo di un termine coniato negli Stati Uniti degli anni ‘20-‘30: costume jewelry, cioè “gioielli di scena”. A seguito infatti della crisi di quegli anni, le case cinematografiche preferirono commissionare gioielli “finti”, grandi, vistosi e perciò ideali per l’utilizzo durante le riprese, piuttosto che noleggiarne di veri, cosa che richiedeva ovviamente un maggior dispendio di denaro.

Il “gioiello fantasia”, nato per necessità, offrì così l’occasione per sperimentazioni nuove con materiali non preziosi e nuovissime tecniche.

Gli anni ‘50 vedono il boom dei gioielli di bigiotteria, soprattutto in plastica, e il loro ingresso anche in Italia, dove il mito borghese dell’oro faceva resistenza alla diffusione di quelli che venivano considerati dei “falsi”. Il lasciapassare venne dal mondo dell’alta moda che, con gli anni ‘60 e ‘70 e la Pop Art, li iconizzò a gioielli di lusso grazie al loro design spesso unico e d’autore.

Indossare gioielli antichi

Visto il recente grande interesse della moda per tutto ciò che è vintage, chi vuol cedere a questa tendenza senza strafare e mantenendo il proprio stile personale potrà arricchire il proprio look grazie ad un pezzo di bigiotteria antica. Per dare carattere a un semplice foulard, una spilla originale placcata in oro o dipinta in smalto colorato darà un tocco di luce e non passerà di certo inosservata. Su look minimal sono perfetti un paio di orecchini del secolo scorso, con pietre in cristallo o turchesi, così come un vistoso anello scovato in un mercatino d’antiquariato.

I prezzi, soprattutto online, sono alla portata di tutte le tasche: un braccialetto in plastica può essere acquistato ad 1 €, mentre una parure degli anni ‘50-‘60 può arrivare anche a 300 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda