Gilet vintage da uomo: un tocco d’altri tempi all’abbigliamento di tutti i giorni

Parte del vestiario maschile da secoli può essere indossato sotto la giacca o semplicemente sopra una camicia; in entrambi i casi, l’utilizzo di un gilet renderà il proprio look sicuramente più interessante, concedendo allo stesso tempo un’ampia libertà di movimento.

Ha visto la sua nascita durante il periodo della restaurazione inglese e da allora ha subito molte trasformazioni, presentandosi dapprima in sfumature sfarzose e decorate, in seguito con toni più scuri e seriosi, ma il gilet non è mai passato di moda: si è evoluto con la moda.

Oggi il gilet fa parte dell’abbigliamento maschile come di quello femminile, adattandosi alla moda contemporanea, e il fascino del vintage, che da qualche anno a questa parte sta prendendo piede, non ha risparmiato neanche i gilet, che oggi sono tornati alla carica in quei toni, quei tagli e quei motivi che sanno un po’ di antico e di vissuto.

Gilet vintage: che materiale?

Tutto dipende dallo stile e dall’utilizzo ricercati. Molti gilet vintage sono realizzati in poliestere o cotone e, soprattutto in determinati colori o trame, conferiscono al proprio abbigliamento uno stile prettamente “British” (alcuni tra quelli in vendita provengono anche dal Regno Unito).

Altri, invece, sono realizzati in pelle. Tra questi, possiamo trovare i tipici gilet neri, borchiati e tappezzati di stemmi, che venivano utilizzati come uniforme distintiva dalle varie bande di motociclisti americani, oppure altri tipici delle tribù di Indiani d’America (alcuni sono addirittura originali) che tanto andavano di moda tra gli hippie degli anni ’60.

Nuovo o usato?

Anche qui, la scelta è assolutamente personale e deve basarsi sia sullo stile che sull’uso che se ne vuole fare. Se si adotta uno stile casual al quale si vuole dare un tocco vintage, allora ci si può benissimo orientare verso un prodotto nuovo, ma realizzato secondo i canoni di epoche passate: vi sono infatti tanti gilet (così come tanti capi d’abbigliamento) fabbricati oggi che hanno però un particolare gusto vintage, ottenuto tramite l’utilizzo di tagli e di trame un po’ particolari, tipici di epoche trascorse. Per i “puristi”, invece, l’acquisto di un gilet usato è certamente la scelta giusta. Un prodotto fabbricato oggi, infatti, per quanto dallo stile vintage, mostrerà sempre delle differenze rispetto a un vero capo d’abbigliamento risalente agli anni ’60 o ai primi del ‘900, in quanto il suo stile (così come anche i materiali e i colori) richiamerà certamente quello di epoche passate, ma non potrà mai essere uguale a un originale d’epoca.

Il prezzo? Si va da poco meno di 10 € fino a 2.000 € per alcuni capi d’epoca.