Fusibili e scatole di fusibili per moto

Tra gli articoli per l’impianto elettrico o di accensione per moto, i fusibili della moto hanno la funzione di proteggere i circuiti elettrici responsabili dell’attivazione di numerosi sistemi meccanici. La corrente elettrica nella moto è azionata dalla batteria ed è responsabile del funzionamento dei cosiddetti utilizzatori, dispositivi elettrici che nella moto sono, per esempio, le luci e il clacson.

Se la tensione della corrente è più alta del necessario, esiste un sistema regolatore capace di trasformare la corrente alternata generata dalla coppia rotore e statore, in una corrente adatta alla normale tensione di una moto, 12 volt.

Quando il motore è acceso questa tensione può aumentare. La corrente che fuoriesce dal regolatore viene inviata attraverso i fili e cavi elettrici per moto ai dispositivi elettrici in funzione. La corrente in eccesso ricarica la batteria della moto, ma altre volte, specie quando i contatti non sono nuovissimi, può capitare che un fusibile salti. I fusibili sono posizionati tra la batteria che conferisce energia al sistema elettrico e gli utilizzatori. Nel caso in cui vi siano sovraccarichi di corrente che potrebbero provocare cortocircuiti e dunque danni e blocchi nel sistema, il fusibile riesce ad assorbire le correnti potenzialmente dannose per il circuito elettrico. Per questa ragione i fusibili si bruciano e devono essere sostituiti.

Sostituire un fusibile

La sostituzione di un fusibile è cosa assai frequente per chi possiede una moto. Quando si cambia un fusibile, la moto deve essere spenta con la batteria disattivata. I fusibili nuovi che possono sostituire quelli bruciati devono essere compatibili con quelli inizialmente presenti. Vale la pena, per essere sicuri, orientarsi su fusibili e scatole fusibili per moto commercializzati dal marchio produttore del veicolo.

In commercio si trovano, infatti, fusibili e portafusibili su cui è chiaramente indicata la compatibilità, per esempio, con moto della Piaggio, BMW, Harley-Davidson.

A seconda della moto dipende la posizione della scatola dei fusibili. Capire quale fusibile sia bruciato determina anche la concreta ricognizione di un eventuale problema di funzionamento nel sistema elettrico. Nel coperchio della scatola è solitamente posizionata una mappa che permette di stabilire a quale punto del sistema corrisponde un determinato fusibile.

Nel caso fosse proprio il fusibile a non funzionare perché danneggiato, bisogna rimuoverlo con cura e sostituirlo. È raccomandabile essere sempre muniti di fusibili di riserva per ogni evenienza. Sul mercato si possono acquistare scatole portafusibili a un prezzo tra i 10 € e gli 80 €. I fusibili stessi costano tra 1,20 € e i 15 €, quindi hanno un prezzo normalmente accessibile che permette di procurarsene una buona scorta.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda