Come scegliere la fresa per manicure e pedicure

La cura delle unghie è un’attenzione estetica che molte donne tengono in grande considerazione e alla quale dedicano anche diverse ore al mese. Per questo motivo si preferisce spesso effettuare i vari trattamenti in casa evitando le spese e l’attesa dall’estetista, rifornendosi dei diversi articoli per manicure necessari ad ottenere delle unghie perfette. La lista può davvero diventare lunghissima, non limitandosi ai soli smalti e solventi utilizzati e conosciuti dalla maggior parte delle persone. Tuttavia, uno strumento chiave per chi intende riprodurre il risultato di una seduta professionale in un centro di bellezza è una fresa per manicure e pedicure, ossia l’attrezzo che permette di limare e modellare le unghie. Ci sono diversi aspetti tecnici da valutare prima di scegliere e acquistare una fresa per unghie in tutta sicurezza. La prima caratteristica da considerare è la velocità di rotazione della punta. Per ogni utilizzo esiste una velocità consigliata: in commercio è possibile reperire frese da unghie anche da 500 giri al minuto, ideale per un utilizzo sporadico e personale, ma non sufficiente per usi più frequenti e per scopi professionali, come rimuovere un gel per ricostruzione. Un altro aspetto importante che dà ulteriore valore alla fresa nel suo complesso sono le funzionalità del manipolo, cioè la parte del micromotore: i migliori manipoli hanno punte intercambiabili e sono dotati di prese d’aria per evitare il surriscaldamento, facilitando lavori più lunghi. Anche un’impugnatura ergonomica può essere un elemento distintivo e vantaggioso per il manipolo.Se nel set per manicure è già incluso un kit di punte di ricambio, l’acquisto si rivela ancor più conveniente, considerando che se comprate a parte possono costare 25 € l’una!In ultimo, la direzione della punta rappresenta una caratteristica da non sottovalutare, privilegiando le frese che permettono sia la rotazione in senso orario che antiorario. 

Quanto costa una fresa per unghie
Come accade per tutto il settore beauty, le fasce di prezzo delle frese per unghie sono molto variegate. In maniera molto simile a quanto si può constatare per le lampade UV per la ricostruzione, il costo può lievitare in base alla potenza del motore, la sua velocità (cioè il numero di rotazioni a cui si faceva cenno prima) e alla forma. Si può partire da una base di 50 € per una fresa semiprofessionale da 22.000 giri al minuto, un buon compromesso per chi cerca un’attrezzatura di qualità che rispetti le proprie esigenze personali. Indubbiamente, chi intende avviare un centro estetico dovrà optare per frese per unghie più performanti, i cui costi superano i 130 € fino a raggiungere i 1.000 € per uno strumento dall’altissima resa.