Le origini del francobollo

Il francobollo nasce nel 1837 in seguito alla riforma delle Poste della Gran Bretagna, per mano di Rowland Hill, che ebbe l’idea geniale di far pagare la tassa postale non più al momento della ricezione, ma alla spedizione. Negli anni successivi questa idea si diffuse in molti altri paesi, fino a raggiungere i giorni nostri, in cui questi oggetti sono ormai diventati di uso comune in qualsiasi parte del mondo.

Filatelia: un hobby molto diffuso

Filatelia è il termine con il quale si identifica il collezionismo dei francobolli, un hobby molto diffuso che accomuna persone di tutte le età, dai giovani ragazzi fino agli adulti. Alcuni pezzi sono considerati degli accessori storicamente preziosi, altri suscitano interesse perché presentano delle stampe rare e molto ricercate. È possibile seguire diverse strategie per tenere in ordine la propria collezione, ed è molto comune creare delle categorie a seconda del paese di provenienza. In questo modo si andranno a formare delle macroaree, come ad esempio francobolli canadesi e statunitensi. Si possono inoltre operare delle suddivisioni per territori geografici più ampi; ad esempio, quelli americani potranno essere suddivisi in due sezioni: francobolli dell’America del Nord e del Sud.

Una vasta gamma di francobolli statunitensi

Generalmente si consiglia ai collezionisti principianti di focalizzarsi su una determinata nazione e di creare al suo interno delle sottocategorie. Prendendo in considerazione un paese come gli Stati Uniti, ad esempio, si può notare che esistono francobolli di diverse tipologie, con stampe differenti. Ad esempio, è possibile trovare sul mercato quelli statunitensi a tema Disney, che raffigurano i celebri e amati personaggi creati da Walt Disney, oppure dei pezzi raffiguranti immagini di uccelli, fiori e piante. Infine, è possibile creare dei gruppi a seconda del colore. Non è raro trovare delle intere collezioni monocolore, come i francobolli statunitensi rossi, verdi o di altri colori.

Migliorare la propria collezione statunitense

Generalmente, se si desidera trovare dei pezzi nuovi per arricchire la propria collezione statunitense, soprattutto se si è interessati a quelli più rari e antichi, è necessario affidarsi a dei rivenditori specializzati. I prezzi variano a seconda dello stato di usura, delle condizioni di conservazione, della stampa e dei materiali impiegati per la fabbricazione. Ad esempio, è possibile trovare dei francobolli raffiguranti i presidenti degli Stati Uniti, con dei prezzi di circa 25 €, o ancora francobolli statunitensi sulle Olimpiadi, che hanno dei prezzi compresi tra 5 € e 10 €.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda