L’arte di collezionare francobolli europei

Iniziare a collezionare francobolli, rari o comuni, è un’arte che richiede un impegno permanente, ma dà molte soddisfazioni e ci avvicina al mondo di una volta. Infatti, il francobollo ricalca storicamente, politicamente e culturalmente tutti gli avvenimenti a partire dalla data della sua invenzione nel 1840. Sono una vera e propria opera d’arte in miniatura, stampati su carta speciale e colorati, ci mostrano gli oggetti di una volta, edifici, ponti, navi, bandiere e stemmi. Le collezioni solitamente si dividono per temi e una volta scelto il tema si cercano le fonti adeguate. Uno strumento che può aiutare nella scelta è il catalogo dei francobolli. È l’opera essenziale di riferimento per il collezionista, in quanto fornisce in maniera esaustiva l’elenco dettagliato dei francobolli che sono stati emessi da ogni paese del mondo, con le informazioni sulle date di rilascio, i colori, i disegni e le quotazioni dei francobolli nuovi e usati. I prezzi dei francobolli variano a seconda della provenienza, dell’epoca, delle condizioni del francobollo. Se il nostro interesse è l’Olanda, troviamo una vasta scelta, il cui prezzo oscilla da 1,00 € a 460,00 €, tra il nuovo e l’usato.

I francobolli olandesi

Le nazioni europee sono uno dei temi molto interessanti dove non si rischia di rimanere senza fonti. Se non vogliamo collezionare tutti i francobolli europei, possiamo anche scegliere una sola nazione, ad esempio procurarci i francobolli olandesi e delle colonie olandesi. Il francobollo olandese più antico risale al 1852. Le immagini più frequenti sono quelle dei sovrani, degli stemmi araldici, e nei primi anni del Novecento, le immagini di animali come le colombe, il Sole o altri corpi celesti, una spiga di grano che simboleggia il raccolto. Spesso si presentano di un solo colore, ad esempio rosso o azzurro. Dopo la metà del Novecento si amplia la varietà delle immagini. Di grande bellezza sono quelli col volto dell’artista Rembrandt, i castelli olandesi e i bambini in ottima salute che giocano spensierati.

Passiamo all’organizzazione dei francobolli

Una volta che contiamo su un buon numero di francobolli, possiamo acquistare un album apposito. Serve a proteggere i pezzi mantenendoli visibili, messi in fila e suddivisi in pagine. Esistono raccoglitoricon l’immagine del paese scelto. Quelli che all’interno hanno lo sfondo nero faranno risaltare di più l’immagine del francobollo. Con l’aiuto degli strumenti per sistemare i francobolli, si passa a disporli nelle pagine suddividendoli ad esempio per anno, dal più antico al più recente, o per nazione, inserendo le colonie a parte. Con un po’ di gusto e di accuratezza la nostra collezione olandese darà una grande soddisfazione.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda