Francobolli nigeriani: storia e natura

I francobollisono considerati come la prova del pagamento anticipato di un servizio di corrispondenza e, in questo senso, sono una carta-valore. Nati nel 1840 dopo la riforma del sistema postale inglese, acquisiscono la tipica forma dentellata nel 1848 grazie all’invenzione della perforazione meccanica del francobollo, ideata da un ingegnere inglese. In Italia, il francobollo fa la sua comparsa nel 1850 con la serie denominata “Aquila Bicipite”, emessa dal Regno Lombardo-Veneto.

Tutti i paesi utilizzano i francobolli anche come un modo di attirare l’attenzione su persone o avvenimenti speciali, oppure su tematiche più generali come ad esempio la storia postale. I prezzi dei francobolli nigeriani vanno da 1 € per un singolo francobollo, a più di 100 € per una serie Nigeria-Biafra non linguellata e integra. È inoltre possibile acquistare delle serie nuove oppure francobolli usati, che fanno parte di collezioni private e a volte possono raggiungere un valore elevato.

Le celebrazioni nei francobolli

Si può conoscere parte della storia della Nigeria attraverso i suoi francobolli, al pari dei francobolli ivorianiche illustrano quella della Costa d’Avorio. La Nigeria emette i primi francobolli a partire dal 1914 quando diventa colonia britannica e, come tutte le colonie del Regno Unito, festeggia nel 1948 le nozze d’argento dei regnanti britannici con l’emissione di francobolli celebrativi. Con l’indipendenza ottenuta nel 1960, emette il primo francobollo del nuovo Stato, con la rappresentazione del Parlamento di Lagos. La prima Fiera internazionale, che si svolge nel 1962, mostra al mondo gli sviluppi del paese e viene celebrata con l’emissione di quattro francobolli. La grande opera compiuta per salvare i templi della Nubia e le statue antichissime della Regina Nefertari e del Faraone Ramsete II viene festeggiata nel 1964 con l’emissione di altri due francobolli. Nel 1972, la Nigeria lascia il Commonwealth ed emette un francobollo che rappresenta l’avvenuto cambiamento. La Nigeria è l’unico stato ad aver emesso un francobollo con l’effige del Tetradramma di Gela, un’antica moneta d’argento del V secolo a.c.

Francobolli mozzafiato

Tutto il fascino esotico e misterioso dell’Africa, lo si può ritrovare nei francobolli del continente nero: animali selvaggi, paesaggi mozzafiato, luoghi maestosi e natura incontaminata sono presenti in buona parte delle edizioni filateliche, capaci di evocare l’atmosfera suggestiva di quel continente. Tra i francobolli del Burkina Faso, ce se sono alcuni che rappresentano l’agaricus, un fungo medicinale che regola l’intero sistema immunitario e aiuta le funzioni depurative della circolazione sanguigna. Il Camerun emise nel 1939 una serie nella quale vengono rappresentati le immagini più caratteristiche del paese con i suoi elefanti, le piroghe sui fiumi e le magnifiche cascate.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda