Francobolli cinesi

Chi ha l’hobby della filateliapotrebbe essere interessato anche a francobolli provenienti dalle più svariate parti del mondo. Tra questi, i francobolli cinesi sono molto richiesti e si presentano in una grandissima varietà di temi, colori, epoche. Il più antico tra i francobolli cinesi risale alla fine dell’Ottocento, per la precisione nel 1878. Questo francobollo presentava un tipico tema figurativo che facilmente si associa alla cultura cinese, ovvero l’immagine dei grandi draghi. Qualche anno dopo apparvero, nel 1885, altri tre “piccoli draghi”, i quali furono i primi francobolli in filigrana. Storicamente, questi primi francobolli testimoniano dell’apertura commerciale dell’Impero Cinese.

Sul valore dei francobolli cinesi

Questi primi francobolli filigranati sono certamente di valore per i collezionisti, ma non sono gli unici. In ogni caso, per i francobolli asiatici vigono gli stessi criteri di valutazione che per quelli europei. Oltre ai primi francobolli filigranati, molto gettonati e di grande valore storico sono considerati i francobolli originali degli anni ‘60 con l’immagine di Mao. In ogni caso, nell’arco della storia della filatelia cinese si sono riscontrati notevoli aumenti di prezzo di certi esemplari rispetto al valore d’acquisto di qualche decennio fa. In generale, si possono trovare francobolli cinesi a un prezzo che va da 1,20 € fino anche ai 3.000 €.

Francobolli cinesi usati

Non sempre, i francobolli usati, ovvero con l’annullo postale, sono considerati di valore più elevato rispetto a quelli nuovi. Certamente dipende anche dal tipo di annullo. Quel che conta in un francobollo sono le condizioni e il fatto che non si sia deteriorata la gomma originale che normalmente ricopre la parte posteriore del francobollo. Sul mercato ci sono moltissimi francobolli usati con annullo e possono essere classificati secondo il tema delle loro raffigurazioni. Immancabili sono i francobolli a tema floreali, oppure legati allo sport.

Tipologie di francobolli

Accanto a quelli annullati, i francobolli cinesi vengono classificati tra quelli con gomma originale e quelli senza gomma. La presenza della gomma originale è innanzitutto garanzia che il francobollo non sia mai stato usato, anche se non presenta l’annullo postale. Questa caratteristica è sinonimo di buone condizioni. Tuttavia, esattamente come per i francobolli dell’occidente, la presenza della linguella, usata per la loro conservazione, può determinare una leggera svalutazione. Anche per i francobolli cinesi, dunque, quelli nuovi non linguellati presentano un valore più elevato per il collezionista in cerca dell’originalità storica e, allo stesso tempo, della rarità garantita da condizioni materiali eccellenti. Infine ci sono i francobolli senza gomma originale, la cui assenza determina chiaramente un prezzo inferiore, rispetto a quelli intatti.

Inviaci le tue impressioni - si apre in una nuova finestra o scheda